1. 020 - Sandra, la sua mamma e la famiglia incestuosa


    Data: 13/05/2017, Categorie: Etero, Trio, Incesti, Orge, Saffico, Autoerotismo, Gay / Bisex, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Era un pomeriggio d’estate, e la giovane ragazza di nome Sandra, uscita in anticipo dall’ufficio, fece il suo ingresso nella casa dove abitava assieme ai suoi genitori, ai fratelli e alla giovanissima sorella . Come al solito si infilò direttamente in camera sua e si spogliò per cercare ristoro con una doccia tiepida, che le rilassasse le membra e contemporaneamente gli restituisse un po’ di vigore che la calda giornata le aveva tolto. Si guardò allo specchio e vide un corpicino ben fatto con tutte le curve e le insenature al posto giusto. I folti e lisci capelli neri incorniciavano un viso dolce, nel quale spiccavano i magnifici occhi azzurro chiaro. Più sotto il seno bello sodo e prepotentemente puntato in avanti, come fossero le ogive di un proiettile da bazooka sormontate dai capezzoli molto sporgenti e perennemente eretti. Il ventre piatto lasciava indovinare il lavoro svolto in palestra per allenare gli addominali che davano alla pelle la giusta tensione evidenziando lievemente la muscolatura. Scendendo ancora verso il basso, lo sguardo scivolava sulla collinetta implume che precedeva l’inizio della morbida fessura. Le cosce non troppo muscolose, le ginocchia piccole e puntute, i polpacci assolutamente femminili e i piedini curati con le unghie smaltate di rosso, completavano la splendida visione. La parte forse migliore di Sandra comunque era il lato “B” . Il culetto pareva scolpito, talmente era perfetto, le natiche tonde sporgenti ben fatte e il solco che si ...
    immetteva tra le cosce, lasciando intravedere la parte finale della vagina, il dolce pacchetto, la gnocca, la spaccatela, insomma il paradiso per i maschi.Nell’infilarsi sotto la doccia pensò che stranamente, entrando lei aveva salutato, ma non aveva ricevuto nessuna risposta, da parte degli altri componenti della sua famiglia.Uscì dal bagno e appena in corridoio udì dei gemiti provenire dalla camera dei genitori, soffocò una risata pensando di aver colto suo padre e sua madre durante un amplesso e facendo attenzione a non farsi sentire rientrò nella propria camera. Si vestì, indossando una camiciola di seta bianca corta, tralasciando di infilarsi la biancheria intima.Uscì dalla sua cameretta e entrò in quella di fronte, dove dormivano i suoi fratelli maschi, e la trovò vuota, stranamente vuota. Di solito sia Francesco, sia Roberto a quest’ora erano presenti e pronti per avventarsi sulla cena che la mamma preparava per tutti. Come ultima chance girò la maniglia dell’uscio dove dormiva sua sorella Chiara e con sua grande sorpresa si accorse che nemmeno la sua sorellina era presente. Si avvicinò alla porta della camera dei suoi e udì ancora dei gemiti e dei sospiri e curiosa si chinò sbirciando dal buco della serratura. Ciò che vide la lasciò basita, letteralmente di stucco, sul lettone oltre a mamma e papà , vi erano, Chiara, Francesco e Roberto, tutti completamente nudi. Si vedeva il grosso cazzo di papà Paolo infilato nel culetto di Francesco e sua sorella Chiara che “lesbicava” con ...
«1234...9»