1. Amiche per la pelle (11° parte)


    Data: 01/06/2017, Categorie: Saffico, Autore: giulia95, Fonte: EroticiRacconti

    Mi sveglio per prima. Il fuoco del camino si sta spegnendo ma la stanza è ancora calda. Abbiamo dormito nude senza patire il freddo come ha detto Manuela. Guardo le mie tre amanti, tutte diverse tra di loro. Manuela, donna in carriera, con la sua bellezza matura di 35enne, cosce tornite e culo tondo. Ha dalla sua l’esperienza dell’età. Poi Francesca, dal seno prefetto e dalle lunghe gambe, l’amica del cuore che mi ha aperta a nuove conoscenze. Lei è la spregiudicatezza. E poi Greta. L’ultima arrivata nel gruppo, la bambolina che ha scoperto che le piace fare sesso e vuole imparare a diventare ninfomane come noi. Lei è l’ingenuità. Cosa può volere di più una ragazza di soli 23 anni? Tre amanti dolcissime e bellissime che non competono tra loro. Siamo tutte uguali e tutte vogliamo le altre tre in egual misura. Anche se io e Francesca siamo amiche di lunga data, non c’è alcuna differenza. Io voglio Manuela, Francesca e Greta nello stesso modo. Mi siedo sulla poltrona di fronte a loro e le guardo dormire. Francesca è a pancia in giù e mi dona la visione del suo culo. Manuela è su un fianco e le posso osservare i seni un po’ schiacciati dalle sue stesse braccia. E poi Greta. Supina che dorme come un angioletto, gambe appena divaricate a mostrarmi la sua figa non rasata. Per ora sono l’unica che ancora non l’ha assaporata ma sono certa che è una cosa che avverrà presto. Li in montagna c’è un silenzio incredibile. Vado a cercare un bagno. Mi siedo sulla tazza a fare pipì e poi ...
    faccio scorrere l’acqua della doccia. Mi butto sotto il getto caldo e rilassante e mi lavo con cura. Esco e mi avvolgo in un asciugamano che trovo li vicino. Torno in salotto dove le altre ancora dormono. Mi siedo ancora sulla poltrona a guardarle. Dopo qualche minuto vedo Greta che si muove ed apre gli occhi. Mi guarda e sorride. Le faccio segno col dito di fare silenzio e indico le altre che dormono. Lei si alza senza fare rumore e si avvicina a me. Mi si siede in braccio e mi abbraccia. Poi avvicina le sue labbra alle mie e mi da un bacio dolcissimo ed infinito. Io la stringo a me e le accarezzo i capelli e la schiena mentre ci baciamo. Dopo il bacio Greta mi sussurra: “Giulia, ma è possibile amare improvvisamente tre persone nello stesso momento? Io sono pazza di voi” “Vedi Greta” rispondo sussurrando a mia volta “Ora tu fai parte di noi. Noi ci vogliamo bene. Ci amiamo. Ora il nostro amore è rivolto anche a te. Proviamo tutte lo stesso sentimento. Mi rendo conto che non sia una cosa normale. Di solito si ama una persona per volta ma per noi è diverso.” Lei mi abbraccia ancora forte e mi dice: “Io devo ringraziare soprattutto te Giulia per avermi convinta. Sei stata così dolce. E poi sei così bella. Mi sei piaciuta da momento che sei entrata in azienda la prima volta. Quando ti ho vista ho sentito le farfalle nello stomaco. In quel momento non l’avevo ancora capito ma ora so cos’era. Mi ero innamorata di te.” Io la bacio e rispondo: “Che cucciola dolce che sei. Anche io ho ...
«123»