1. Luisa, la madre del mio migliore amico


    Data: 02/06/2017, Categorie: Voyeur, Autore: Rick82, Fonte: EroticiRacconti

    Prendete due ragazzi di 20 anni, amici da quando sono in fasce, che fanno tutta l'infanzia e l'adolescenza insieme... il risultato saremo io e Gigi, amici da una vita, con il risultato che io ero uno di casa da lui e viceversa; abbiamo passato anche un mese uno a casa dell'altro d'estate. Mia madre e sua madre amiche strettissime, quindi ci frequentavamo spessissimo, e poi facevamo scuola insieme. Capirete che le nostre madri erano per l'altro come una zia... certo, fino all'adolescenza, fino a quando chiaramente non iniziai a guardare Luisa con occhi diversi... era sicuramente quella che oggi chiameremmo milf, ma allora era semplicemente una "donna grande" per un ragazzino di 12/13 anni... all'epoca aveva sui 38 anni, alta circa 165, capelli biondo cenere a caschetto come si usavano in quegli anni, occhi castani, zigomi un po segnati, nasino alla francese (che personalmente non mi ha mai fatto impazzire) ed una boccuccia piccola che conteneva un bel sorriso; fisicamente un bel sedere e delle belle gambe, ma il pezzo forte era decisamente il seno, una quarta piena (scoprii in seguito, coppa D) ! Vestiva sempre molto semplicemente, jeans maglioncino o cose simili, niente che mettesse in risalto le sue forme, però frequentando molto casa di gigi io la vedevo anche in maglietta a maniche corte o canottiera, e li si notava eccome... Per non parlare poi di quando andavamo al mare, dove iniziai ad avere problemi nel gestire la situazione! Iniziarono anni di grandi seghe dedicate a ...
    lei, di mezze sbirciate e classiche cose da ragazzino. Lei era separata ma stava con Vito, un uomo che ha fatto da padre a Gigi e davvero in gamba, però tra di loro le cose non andavano bene, era un tira e molla continuo. Qualche anno dopo accadde una cosa che cambiò tutto. Facevo il portapizze in una pizzeria, avevo sedici anni, e notai una sera che all'orario di chiusura c'era la macchina di Luisa nel parcheggio; li per li non diedi peso alla cosa, ma nel resto del mese la vidi altre tre volte e per giunta con lei seduta dentro (ci feci caso una sera perché vidi il display del cellulare acceso) , cosí la volta successiva mi nascosi ed aspettai un po'. Tempo dieci minuti e vidi salire nella sua macchina Alex, il pizzaiolo, e si baciarono! Rimasi scioccato, lui aveva pochi anni in più di me, forse 21, e lei nel frattempo era arrivata a 41 anni! Non potevo credere che se la scopasse, un mix di invidia e gelosia mi assalí... Nei giorni successivi, ogni volta che entrava una donna sulla quarantina in pizzeria io facevo degli apprezzamenti, chiedendo ad Alex che ne pensava; volevo farlo arrivare a parlare di lei ma senza che glie lo chiedessi io, e dopo qualche giorno ci arrivai, lui mi disse che si scopava una quarantenne figa e molto vogliosa... feci la parte di quello che non ci credeva mi disse: "allora facciamo così, stasera alla chiusura nasconditi e la vedrai che viene a prendermi, ha una lancia ypsilon!" Così andò ed il giorno dopo gli raccontai che ero senza parole, che ...
«1234»