1. Il colloquio (2a parte)


    Data: 06/06/2017, Categorie: Trio, Autore: Federica_romana, Fonte: EroticiRacconti

    Prosegue il racconto anche grazie alle opinioni e suggerimenti dei lettori inviati via mail (sogno.estivo2012@gmail.com) In attesa della terza e ultima parte... La dottoressa incalzava, Federica non indietreggiava anzi sorseggiava il bicchiere d'acqua che aveva davanti a se con una certa serenità, azione invece che le serviva esclusivamente per scaricare la tensione e provare a studiare una contro risposta alle varie domande....fino a quando la sua attenzione fu distolta da un evento che non si aspettava. Mentre stava rispondendo a una domanda della Romano, vide Marco alzarsi dalla scrivania e dirigersi verso la porta. Lì per lì non diede molta importanza alla cosa, anche se si infastidì un po' per quella che vide come una mancanza di rispetto. Il suo stato d'animo però mutò improvvisamente nel giro di pochi secondi, quando sentì il rumore della serratura quando si chiude a chiave una porta. Si interruppe e si voltò di scatto, trovando conferma di quello che aveva intuito. Il dott. Ruggeri intravide un'aria preoccupata nello sguardo di Federica, per cui sorridendo si avvicinò nuovamente a lei e posandole una mano sulla spalla, la rassicurò con quella sua voce calda: "Stai tranquilla, il colloquio sta andando molto bene, non è vero dott.ssa Romano?" la dottoressa annui, e per la prima volta si alzò dalla sedia dirigendosi verso Federica. Adesso la confusione era aumentata e raggiunse il culmine quando la stessa si sedette sul tavolo di fronte a lei, il suo fisico statuario ...
    era stupefacente e lo sguardo più penetrante di prima sembrò affondare il colpo quando, a pochi centimetri da lei quasi sussurrando le disse "per questo posto di lavoro cosa sarebbe disposta a tollerare?come vorrebbe mettersi in gioco? Federica, senza battere ciglio, sapendo che era la sua occasione della vita, in modo confuso riuscì solamente a dire..."di tutto...sarei pronta a tutto.." "Sei sicura?" le chiese Marco accarezzandole i capelli, poi aggiunse "Diciamo che il colloquio di lavoro è finito nel momento in cui mi sono alzato per andare a chiudere la porta" La dott.ssa Romano annuiva sorridendo, poi accavallando le gambe si rivolse a Federica: "Anche se non hai esperienza nel settore, ci è piaciuto molto il modo in cui hai risposto alle nostre domande" "Esatto" continuò Marco "Io e la dott.ssa Romano ci conosciamo molto bene", marcando in maniera netta le ultime due parole e accompagnando la frase con un'occhiata alla collega "E ci è bastato un cenno per capire che eravamo entrambi d'accordo sull'assumerti" "E se non hai nulla in contrario" disse la Romano spostando la sua folta chioma tutta da un lato "saremmo lieti di darti il benvenuto fra noi, Federica..." Federica adesso sentiva una maggiore serenità, il posto in fondo era suo a quanto pareva, ma quest'idea del benvenuto ancora non l'aveva ben capita. Qualcosa divenne più chiaro nel momento in cui Marco avvicinò la bocca al collo della dott.ssa Romano che, senza nulla fare, inarcò il viso per mostrare a Federica il ...
«123»