1. accadde tutto in poche ore, -Io lei e l'altro.... parte III


    Data: 08/06/2017, Categorie: Tradimenti, Autore: Indecisione, Fonte: Annunci69

    ---- lo so, lo so, i capitoli interlocutori non rendono giustizia! questo non lo è!- Secondi e minuti scorrevano lenti quella sera, la cena si era concluso con i classici rituali e nessuna illazione, F. era tranquillo, guardava spesso l'orologio, ma la tranquillità oramai albergava in lui. Nelle ore precedenti aveva raramente cercato con la sguardo la sua complice peccaminosa, trovandola ancor di rado. Le due arrivarono e lui era lì, fermo immobile avvolto nella notte. Pazientemente attendeva che L. lo raggiungesse, per consumar con lei quel pasto frugale che qualche sera prima lo aveva fatto esplodere. Era assorto nei suoi pensieri, allorquando L. varcò i confini dell'umana decenza... Entro in macchina lei, mostrandosi in tutta la sua bellezza, lui le sorrise appena e volò via.... veloce frugale incurante. In pochi attimi giunsero nei pressi di una spiaggetta appartata che adorava tanto, in cui aveva portato ogni sua amante, ma mai la sua donna. La spiaggetta, nei pressi della foce del fiume, si presentava al solito desolata, deserta.... priva di ogni forma di vita.... Il silenzio regnava sovrano in quei luoghi succinti, l'oscurità avvolgeva ogni cosa, Tutto quel che sarebbe successo sarebbe rimasto avvolto nella notte, celato all'altrui sguardo, una piccola intimità da non condividere mai, neppure con se stesso! Si disse... Lei lo osservava impaziente, evitando di proferire verbo! Non gli staccava lo sguardo di dosso ed il povero uomo avvertiva tutta l'intensità, la ... lussuria e la bramosia di quello sguardo. In men che non si dica, lasciò scivolare la mano destra fra le cosce di lei, scoprendole calde ed inumidite, lentamente l'indice scivolò fra i meandri del pelo pubico curato fin nei minimi dettagli.... accomodandosi nelle membra, solerte venne raggiunto dal medio in quel movimento ritmico, lei lo baciò e gli fece sentire il calore del suo fiato, s'intrecciò a lui, leccandogli appena la parte bassa del collo. Un brivido percosse l'uomo, inebriandolo e s'infuocò quel fare circostanziato donando intensità e ritmo a quel preliminare che solitamente gli donava poco piacere. Sorrise L. finalmente soddisfatta da una complicità ritrovata "credevo di non piacerti più! Sai.... GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); non so perché sono qui con te.... so solo che ho voglia di essere scopata come solo tu hai saputo fare". Non le credette l'uomo, non poteva farlo, era stato più che altro una sveltina quella del giorno precedente che non poteva credere al piacere raccontato a parole della donna - era ignaro del resto che anche L. si fosse accorta dell'altrui presenza il giorno addietro-. Sorrise, malinconico, ed inizio a sua volta baciare ogni parte di lei, discendendo quel corpo sinuoso con la lingua fino ai seni, ove s'incaglio come una barca su una scogliera. Adorava quella 4 abbondante sempre posta in risalto nella scollatura, l'adorava da sempre.... adorava tutto di lei, al punto che fu pervaso da un brivido di eccitazione. Fulmineo si privò di ogni ...
«123»