1. Life - Desiderio (cap.02)


    Data: 09/06/2017, Categorie: Prime esperienze, Autore: shinigami83ge, Fonte: Annunci69

    (Storia di fantasia. Contenuti principali: amore giovane-maturo/prime esperienze/romanticismo ... a breve i nuovi racconti anche delle altre storie. Come sempre graditi commenti. Se non siete iscritti qui e volete comunque condividere con me ho attivato un indirizzo mail apposito:[email protected]/*<![CDATA[ */!function(t,e,r,n,c,a,p){try{t=document.currentScript||function(){for(t=document.getElementsByTagName('script'),e=t.length;e--;)if(t[e].getAttribute('data-cfhash'))return t[e]}();if(t&&(c=t.previousSibling)){p=t.parentNode;if(a=c.getAttribute('data-cfemail')){for(e='',r='0x'+a.substr(0,2)|0,n=2;a.length-n;n+=2)e+='%'+('0'+('0x'+a.substr(n,2)^r).toString(16)).slice(-2);p.replaceChild(document.createTextNode(decodeURIComponent(e)),c)}p.removeChild(t)}}catch(u){}}()/* ]]> */) Trovarmi lì, nudo in un letto, perso nell’abbraccio di Giacomo, è qualcosa di unico ed indescrivibile, mai avrei pensato che il contatto con un altro uomo, per di più maturo, potesse trasmettermi emozioni così intense da scaldarmi il cuore. Mi sento felice, sereno, pieno di una voglia incontenibile di gridare al mondo quanto mi sento bene, ma in quella stanza l’unico modo che ho per non scoppiare ed esternare tutta la dolcezza che mi ha invaso l’anima è continuare a baciarlo, ancora e ancora; sentire la sua lingua, respirare il suo respiro, accarezzare la sua pelle. Quasi timoroso che tutto quello che sto vivendo sia troppo bello per essere reale lo stringo forte a me, e mi accorgo che la sua schiena ...
    è più muscolosa di quanto possa apparire a prima vista e quel contatto con un altro aspetto della virilità maschile, mi appaga i sensi e la mente. Restiamo così, persi l’uno nell’altro, abbracciati a baciarci per almeno una mezz’ora, poi Giacomo si blocca e accarezzandomi delicatamente il viso con il torso della mano mi dice: “senti cucciolo, direi che sarebbe meglio farsi una bella doccia dopo la sudata che abbiamo fatto, ti va di farla insieme?” “ma certo amore mio” Non so dove fossero nascoste quelle parole, e subito mi pento di averle pronunciate. Siamo stati benissimo insieme io e Giacomo ma in fondo ci conosciamo solo da poche ore e l’amore è una cosa seria, che va pensata, ragionata, vissuta in prospettiva, o almeno così ho sempre creduto, ma evidentemente certe convinzioni sono fatte per essere smentite. Chiamare Giacomo “amore mio” è stato per me qualcosa di naturale e sincero, semplice ed istintivo come il respirare, e la vera falsità sarebbe stata utilizzare qualsiasi altra parola che non fosse amore. Lui mi guarda negli occhi per alcuni istanti e ripaga le mie parole con il più bello dei regali, un sorriso pieno di dolcezza, che senza bisogno di frasi mi comunica che anche lui sente di amarmi e mi da un ultimo bacio a fior di labbra. “vieni cucciolo, andiamo” afferra la mia mano e scendiamo dal letto diretti al bagno. Il bagno di Giacomo non è molto grande, ma ospita comunque una bella vasca munita di protezione per poter essere utilizzata anche come doccia. Apre ...
«1234...»