1. vendi-tori e vacche-2


    Data: 09/06/2017, Categorie: Orge, Autore: IlBaroneRosso, Fonte: Annunci69

    Avevamo incominciato qualche anno prima a fare cose strane, io e te. Nei pomeriggi domenicali, quando non avevamo impegni, quando sapevamo che avremmo fatto sesso, da bravi coniugi giovani e innamorati, avevamo cominciato a stuzzicarci il sedere, reciprocamente. La depilazione completa, con le strisce da strappare, che facevano un male cane, io a te, tu a me, la cremina da spalmare amorevolmente, per fare passare il dolore, sulle cosce, sulle natiche, sul basso ventre, attorno ai genitali, e sulla schiena, io a te, tu a me; poi, quel nostro amico, tra l’altro mio testimone di nozze, che ci diceva: ma voi, voi lo fate, il sesso anale? Tu rispondevi no, ma sei matto? E io anche, fingevo di essere scandalizzato; guardate che è favoloso, ed anche un ditino suo, nel tuo culo mentre state scopando, eh Massimo, tu non l’hai mai provato? Guarda che è la fine del mondo. Come facevo a dire, a lui e a te, che io il sesso anale, da attivo e da passivo, ho cominciato a praticarlo che avevo quattordici anni e che, all’oratorio, e da studente universitario, e a militare, e con i colleghi della XXX, quando lavoravo lì, e con altri, molti altri, io non ho mai smesso di farlo? Come facevo a dirvelo? E così, tra un massaggino lì vicino, tu che volevi sperimentare qualcosa di anale, un poco di cremina dentro, un dito mio, che ti piaceva moltissimo, sapevo anche come fare, e un ditino tuo che, lo sapevo benissimo, mi sarebbe piaciuto da matti, sono sensibilissimo lì, è una mia zona erogena, e poi ... la carotina, piccola se no mi fa male, lo zucchino, la banana, io a te e, la più piccola mi raccomando (che ipocrita!) tu a me .. ma poi te ne sei accorta, ho una sensibilità esagerata lì, perdevo la testa quando tu mi infilavi qualcosa nel culo, per te poteva essere un gioco nuovo e diverso, lo fanno tutti, perché noi no? Ma per me, te ne sei accorta poco tempo dopo, per me è autentico eros, sostitutivo di quello normale; ti sei accorta che, quando mi infili qualcosa di simile ad un cazzo nel culo, il mio cazzo si smolla del tutto, ma godo, con orgasmo e sborrata e tutto, letteralmente godo della penetrazione anale. Mi ricordo di quella volta che mi hai telefonato, io ero ancora in ufficio, per dirmi che al supermercato avevi trovato dei cetrioli stupendi, bellissimi, forse qualcuno troppo grosso, ma veramente bellissimi .. e io imbarazzatissimo, sì Gabry, adesso sto lavorando, va bene, sì per il minestrone stasera, no no, dicevi tu dall’altra parte del telefono, che minestrone, questi li usiamo noi, stasera a letto, vedrai, ti piaceranno Massimo, vedrai, io sto godendo già adesso, all’idea di infilartelo .. Avevo chiuso di scatto la comunicazione, sperando che nessuno dei colleghi ti avesse sentita. Era stupendo quel cetriolo, grosso come il cazzo di un mandingo, tondo, liscio, una circonferenza come nessun cazzo che avevo mai preso in culo prima, ma tu non lo sapevi che ne avevo presi di ogni genere, si allargava leggermente alla base, e si restringeva lungo l’asta, aveva ...
«1234»