1. Marisa!


    Data: 10/06/2017, Categorie: Tradimenti, Autore: Michelangelo69, Fonte: Annunci69

    Cecilia parla, non so di cosa, mentre con la mente vago pensando alla partita che sto perdendo in tv ed origliando qualche informazione da radioline e monitor dei negozi, che di tanto in tanto, sfilano dietro di noi. Non potevo dirle di no, considerando che per tutta la settimana sono stato assente tra ufficio e calcetto. Perciò la domenica, sono qui sul corso a portare borse, ammirando scarpe e vestiti. Un calvario!! Quasi non la ascolto quando riprende il filo del discorso e la sento dire: “ ma mi stai ascoltando?!..” Riprende fissandomi. “ Si tesoro!!” le rispondo rapido “ mi stavo solo chiedendo se con questo sole ( e le borse da portare!!) non ti andava di fermarsi per un gelato..” Bloccandosi, mi guarda mentre imploro non si sia accorta che pensavo ad altro! Risponde raggiante “ ..splendida idea!!..” -Sono salvo!- Medito, tirando un sospiro, senza mi veda. Ci fermiamo poco avanti in un noto bar quasi vuoto vista l' ora e sotto la tenda prendiamo posto, ordiniamo e parlando del più e del meno, noto appena la coppia che si siede di fronte a me, dietro Cecilia, d’ un tratto sentendomi osservato, alzo lo sguardo e vedo la lei fissarmi intensamente ed appoggiarsi alla sedia, quasi arcando la schiena con il prosperoso seno trattenuto a stento dalla camicetta parzialmente aperta. Capelli corti corvini, seno prorompente, slanciata quanto sinuosa nei punti giusti, penso tra me e me tolgo lo sguardo mentre arriva il cameriere con l’ ordinazione e riprendo il discorso con la ... mia ragazza, automaticamente rimetto d’ istinto gli occhiali da sole e lancio uno sguardo nella direzione di lei mentre parlo, continua a fissarmi conscia della mia attenzione per lei e con la scusa di sistemarsi il tovagliolo in grembo alza e di molto la gonna già corta.. Divaricando completamente le gambe! Sento il cuore balzarmi in gola, non porta le mutandine e come faccio a saperlo è facile intuirlo, le vedo una soffice peluria scura appena accennata mentre con le dita si accarezza le labbra sinuose dalla bevanda appena sorseggiata! Sudo freddo, guardo una meravigliosa creatura seduta dietro Cecilia che si tocca sensualmente la bocca guardandomi, sento il mio cazzo diventare più duro del marmo di Carrara in pochi istanti. “..stai bene? Sei un po’ pallido.. ” mi sento dire dalla mia lei, che prosegue. “..vuoi andare?..” mi chiede beatamente preoccupata “ “ ..mi gira leggermente la testa fermiamoci un po’ ancora, il sole sai...” Mi giustifico gemendo! “ Il mio coccolo, ma con le borse e per negozi assieme, era un bel po’ che non uscivamo cosi!!” Mi dice. Non capisco se si dispiace o accusa velatamente ma non m’ interessa , perché quella creatura, splendida ed intrigante al mio sguardo, regala una visione da sogno e Dopo essere scesa rapida con una mano si sta toccando, con io che la guardo imbambolato, accarezzandosi il sesso con due dita, la vedo umida ed eccitata mentre inspiro con il naso quasi sentendo il profumo di quel nettare meraviglioso! Distolgo lo sguardo, ...
«123»