1. Una prof dominata e...non solo


    Data: 10/06/2017, Categorie: Dominazione, Orge, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Colgo l'occasione per augurare a voi tutti un felice inizio 2017 che sia per voi foriero di gioie e di tante serenità.Questo è un racconto vero che pubblicai tempo addietro altrove che illustra una parte della mia storia con una schiava che si è conclusa l’anno scorso. Logicamente ho solo modificato nome e luoghi della protagonista.Come appare evidente dal mio nick e dai miei racconti amo dominare una donna. Mi scrivono spesso mariti che desiderano il mio aiuto per trasformare le loro mogliettine oppure direttamente le donne che sentono qualcosa dentro di loro che il loro coniuge non riesce a valorizzare o a far emergere o peggio...non vede.Per dominare una donna, per me sono imprescindibili due valori: credibilità e rispetto. Posso pensare di aver successo con una donna da sottomettere solo se ai suoi occhi appaio credibile e avendo totale rispetto nei suoi confronti. Ad esempio non andrò mai a sollecitarla in giornate per lei difficili o nelle quali non sta bene. Essere per lei un punto di riferimento non solo per la dominazione, fermo restando che poi ogni ordine sarà il mio.In questo caso fui contattato da una professoressa di liceo della provincia di Catania. Aveva letto i miei racconti ed era stata affascinata dai miei modi insieme eleganti e perversi.Lorella sposata con un figlio oramai grande, vive con un marito più adulto di lei che non ha saputo cogliere i cambiamenti della moglie durante gli anni di quel lungo rapporto. Mi scrisse che aveva cercato in più ... occasioni di stimolare in lui un cambiamento delle loro abitudini di coppia ricevendone uno sdegnato rifiuto. Mi scriveva per aiutarla a trovare in lei quella donna che pensava di essere senza sapere fino a che punto.Lorella insegna in un liceo di un centro in provincia di Catania, città che reputo una delle più belle in Italia e dove vivrei senza problemi in quanto tra l’altro amo la Sicilia come il sud in generale anche se l’isola per me ha un fascino incredibile.Cominciai ad ordinarle di uscire nel pomeriggio con abbigliamenti più femminili per ritrovare a poco a poco il gusto di essere guardata dagli uomini. La dimestichezza nell'essere sensuale. A poco a poco la portai ad un’eccitazione sempre più forte anche perché durante le nostre telefonate riuscivo a materializzare bene ed in modo erotico quello che avrebbe fatto di lì a poco e questo le procurava orgasmi sempre più forti.Cominciammo quindi un percorso insieme fatto di episodi di esibizione, le insegnai alcuni atteggiamenti per poter eccitare un uomo senza essere particolarmente svestita.Le feci ritrovare la voglia di scorgere il cazzo teso sotto un pantalone di colui che la guardava.Poi i primi episodi più piccanti come la mano di uno sconosciuto in coda al supermercato, il cazzo di un benzinaio al di là del suo finestrino mentre faceva rifornimento con lei provocante. Il tutto teleguidato dai miei sms o dalla mia voce in tempo reale.Dopo alcune settimane era pronta per andare oltre. Lo desiderava con tutto se stessa. La ...
«1234»