1. Cornuto per vocazione.


    Data: 11/06/2017, Categorie: Tradimenti, Autore: mercury57, Fonte: Annunci69

    Cornuto per vocazione. «Ti vorrebbe scopare». «Ma chi?!?». Diedi uno strattone alla scala a momenti lo facevo cadere Francesco stava cambiando le lampadine al lampadario nella sala. «Sei scema? Se cado mi rompo l’osso del collo». «E tu non dire fregnacce. Chi mi vorrebbe scopare?», non nascondo che ero curiosa. Abbassò la testa per guardarmi mentre le braccia erano protese verso il lampadario. «Sei curiosa vero?». «Se non me lo dici fa lo stesso saperlo non mi cambia la vita». Bugiarda e stronza. «Sicura? Davvero non lo vuoi sapere?». Abbassai lo sguardo per fissare lo smalto che mi avevo dato alle dita dei piedi. «Come la fai lunga se vuoi dirlo bene altrimenti niente, hai finito con le lampadine?». «Sì, ho messo l’ultima», scese dalla scala, mi strinse a se, sentivo il suo cazzo duro premere contro il mio ventre mi diede un bacio in bocca molto passionale era infoiato. «Ho voglia di chiavarti», disse con voce spezzata dall’emozione. «Ho da fare devo rassettare tutta la casa», risposi uscendo dalle sue braccia. «Nando». «Nando???». Non capivo. «E’lui che vorrebbe fotterti». GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); Si toccò il pacco tra le gambe. «Pensa un po’ mi ero già scordata. Te l’ha detto lui?». Replicai con un certo distacco. Non volevo dare l’impressione di essere interessata. «Certo, ieri sera mentre uscivamo dalla fabbrica». «Così all’improvviso?». Misi a posto la scala. «Non proprio si parlava di donne mi ha detto che un suo amico con la moglie fa scambio di ...
    coppie in un privè». «E tu ovviamente gli hai risposto che anche a te piacerebbe fare una roba del genere vero?». «Più o meno. Angela, perché non proviamo?». Fece quell’espressione che tanto detesto: ossia di cane bastonato. «Quante volte te lo devo ripetere certe cose a me non interessano il giorno che andrò con un altro uomo, vorrà dire che non ti amo più». «Esagerata. Nando andrebbe benissimo diversamente scegli tu». Continuava a toccarsi il pacco come un maniaco era eccitato al massimo. «Nando non va bene come faresti? Visto che non è sposato con chi andresti mentre io sono con lui?». «A me di andare con un’altra donna interessa poco mi basta vedere te mentre scopi con un altro tutto qui». «Hai la vocazione per le corna?». «Forse. Sta di fatto che al solo pensiero me ne vengo nelle mutande, fammi un bocchino non resisto più». «Non mi va che ti ecciti su certe cose la voglia ti deve venire guardandomi non immaginandomi tra le braccia di un altro». Si calò i calzoni e lo tirò fuori la cappella era violacea e lucida. Non mi andava di discutere oltre mi chinai e glielo presi in bocca venne quasi subito. Il giorno seguente ero seduta fuori a un bar aspettavo una mia amica dovevamo andare a fare shopping. Ordinai un caffè macchiato e un cornetto per restare in tema di corna. Era un sabato mattina di fine settembre la giornata piacevolmente mite si stava bene all’aperto. “Mi dispiace non posso venire il bimbo ha la febbre”. Con questo sms la mia amica mi annunciava che non sarebbe ...
«1234»