1. La collega non è bella ma è porca


    Data: 13/06/2017, Categorie: Etero, Trio, Cuckold, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    ---------------------------------------------------------------------------------------Ho la grande fortuna di avere un ufficio pieno di donne, alcune piacenti, altre un po’ meno, una in particolare veramente molto figa. Devo anche dire che sono molto simpatiche, qualcuna meno qualcuna di più come è giusto che sia. Con loro mi trovo bene, ho un buon feeling ed essendo un single incallito, alla soglia dei 36, sono riuscito a togliermi con loro anche qualche sfizio sessuale, sfruttando questa mia aria da fratellone. Beh si non sono neanche brutto, questo aiuto.In tutto questo idillio ovviamente c’è anche una crepa, si chiama Mara, è decisamente antipatica, approfitta del clima piacevole che si respira in ufficio ma senza mai fare un minimo sforzo per ricambiare. Non è nemmeno bella, un po’ abbondante di fianchi, e anche con una discreta pancetta che non nasconde, anzi evidenzia vestendosi attillata, e strappando i risolini alle spalle di noi colleghi. Ha il capello lungo ricciolino biondo, alta sul metro e sessantacinque, e un visino un po’ paffutello, con un principio di doppio mento. Non ha nemmeno dei lineamenti brutti, ma insomma niente di che.Insomma fino a una calda giornata di Luglio non avevo mai fatto troppa attenzione a Mara, lei stava nel suo brodo, svampita che non si capiva se ci era o ci faceva, e io passavo le pause pranzo a ridere e scherzare con le altre colleghe.Poi un martedì mattina la incrociai nel corridoio mentre parlava al telefono. Sarà stata ... quell’aria da stronzetta strafottente, quel suo modo di fare che per salutare sembra che ti stia facendo un favore, sarà stato che non mi ero mai accorto che mentre camminava ancheggiava in quel modo, insomma dopo che la incrociai mi girai a guardarle il culo. Era fasciato dentro una gonnellina a balze, ridicola, con dei fiori rosa su fondo bianco, Ma quel culo che oscillava in quel modo…mmmm..insomma mi procurò un’erezione.Nella pausa pranzo parlai con Riccardo un collega della mia età molto simpatico, fidanzatissimo, con cui cazzeggiavamo e parlavamo per lo più di sesso. Gli dissi se aveva notato se Mara ancheggiasse in modo particolare. Lui mi rispose che dopo mi avrebbe fatto sapere. Come un segno del destino, Lei entrò nella aula riunione che durante la pausa pranzo usavamo come sala pranzo. Dovette fare tutto il giro dell’aula, circumnavigando il grande tavolo per raggiungere un posto libero e sedersi. In quella camminata ebbe gli occhi miei e di Riccardo puntati addosso, a metà tragitto spostai il mio sguardo sul mio compare, che mi fece un sorriso complice. Sì, l’aveva notato anche lui quel suo ancheggiare particolare.Passò qualche ora e in pausa sigaretta mi raggiunse “quella ha voglia di cazzo te lo dico” mi disse.“ma se è fidanzata..”risposi“ e che c’entra?..ma tu l’hai visto il ragazzo? E’ uno sfigato, mingherlino che se ciula più di una volta al mese probabilmente le schiatta a letto..no no, te lo dico io, quella ha voglia di cazzo…secondo me te la devi fare”“si va beh ...
«1234»