1. Dagli inizi, alla mia prima volta da trav


    Data: 13/06/2017, Categorie: Prime esperienze, Autore: misterouno, Fonte: Annunci69

    La passione per il travestimento é come il colore degli occhi: ti accompagna per tutta la vita e parte da molto lontano... Nel mio caso inizió verso gli undici/dodici anni, appena ho scoprii la masturbazione. Ero agevolato dal fatto che avevo trovato in camera di mio fratello maggiore, un paio di riviste porno (le ore e caballero) che teneva ben nascoste... Mi affascinavano molto le lingerie femminili e così iniziai a specchiarmi con le mutandine di mia madre quando restavo solo in casa. Mi eccitavo da matti e dovevo masturbarmi mentre mi guardavo allo specchio... All'inizio indossavo mutandine, poi aggiungevo reggiseno, le calze... Avevo il corpo liscio e nessuna difficoltà di taglia nell'indossare la roba di mia madre... Al culmine dell'eccitazione un giorno iniziai lentamente a penetrarmi con una candela cosparsa di olio, masturbandomi con una mano il cazzo e con l'altra il culetto... Stupendo...lo ripetei spesso, finché a quattordici anni mi procurai il primo orgasmo anale.... All'inizio, travestirmi era un gioco che facevo ogni tanto di nascosto e sinceramente non pensavo nè ai maschi nè al cazzo, anzi, come tutti gli adolescenti di metà anni 80 (senza web) avevo comunque la figa in testa ed iniziavo ad avere le prime ragazze. Ogni tanto però sentivo l'esigenza di travestirmi ed iniziavo a comprare qualche mutandina e collant alla upim che nascondevo alla meglio!!! Avevo ormai 19 anni circa, mio fratello era sposato e spesso ero da solo a casa. Avevo una fidanzatina ... coetanea di nome Sabrina (nome di fantasia) un pò troia con la quale scopavo come un riccio. Sabrina era bravissima nel fare i pompini e mentre mi succhiava, io fantasticavo di fare la stessa cosa con un cazzo maschile... Sembra strano, ma fu lei senza saperlo la mia nave-scuola da troia. Studiavo le sue movenze, il modo in cui lo leccava, lo prendeva in bocca, leccava le palle... Si faceva sborrare in bocca ed io in quell'occasione godevo due volte... Non vedevo l'ora di fare la stessa cosa ad un maschio... Nonostante facessi un gran sesso porco con Sabrina, ogni tanto dovevo vestirmi con intimo femminile nel silenzio della mia stanza, arrivando a scoparmi con uno sturalavandino di plastica con un preservativo sopra che fissavo con la ventosa all'anta dell'armadio ed io a pecorina... Godevo come una troia e cominciavo a pensare a quanto sarebbe stato bello prendere un vero cazzo... La paura però mi bloccava e mi sentivo "sbagliato". Mi imbattei per caso in edicola in una rivista che si chiamava "noi transex" e capii che c'erano molte persone con la mia stessa passione. La voglia di essere troia era tanta, ma mi mancava il coraggio. Intanto ero arrivato quasi ai 21 anni e in quel periodo compravo un giornale di annunci con foto e fermoposta (roba da pionieri se penso ad oggi...) e finalmente decisi di metterne uno anche io!! Nel 1995 ci voleva più tempo rispetto ad oggi... Mi vestii di tutto punto e mi feci con non poche difficoltà un paio di foto con polaroid che poi ritagliai e ...
«123»