1. "La vuoi vedere?"...ricordi di una esibizionista (parte seconda)


    Data: 13/06/2017, Categorie: Etero, Trio, Orge, Saffico, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    IRINALa storia di Irina la ricordiamo sempre con affetto. Avevo fatto con mio marito un tour organizzato nei paesi dell’est. Irina era l’accompagnatrice locale, ci faceva da interprete e guida, trascorremmo con lei la maggior parte del viaggio. Era bella, la tipica bellezza dell’est, bionda, alta, magra, carnagione bianchissima… Sorse spontanea un’amicizia e una simpatia reciproca… a fine giornata stavamo sempre insieme, cenava con noi, ci accompagnava in giro a farci scoprire i segreti delle città visitate la notte, per farla breve tutti e due ci innamorammo di lei e lei sembrava gradire la tenerezza che le dimostravamo. Nelle confidenze che ci fece, ci confessò che stava per venire a stabilirsi in Italia dal momento che aveva un fidanzato emiliano che le aveva chiesto di sposarlo… era raggiante… il suo sogno era venire a vivere in Italia, ma doveva aspettare ancora un paio di mesi perché il fidanzato era all’estero per lavoro e non sarebbe rientrato che due mesi dopo. Subito le dicemmo che saremmo stati lieti di ospitarla a casa nostra se fosse venuta un po’ prima di trasferirsi in Emilia… intanto avrebbe imparato ancora meglio gli usi e costumi italiani. Per noi sarebbe stata un’immensa gioia. Avevamo una casa grande e avrebbe avuto a disposizione una camera da letto e un bagno tutto per lei.Irina incredula non stava in sé dalla contentezza e ci assicurò che entro un mese avrebbe radunato le sue cose e sarebbe venuta per stare un mese intero da noi.La sera prima ... della fine del tour eravamo insieme sul terrazzo della nostra camera d'hotel ad ammirare il panorama della città e bere qualcosa... si prendevano gli ultimi accordi... fissammo una data probabile per il suo arrivo... lei pianse dalla gioia e ci confessò che mai aveva trovato persone splendide come noi… improvvisamente ci abbracciò entrambi stretti e tra le lacrime disse che ci voleva bene… stavamo dicendo che anche noi le volevamo bene, quando Irina mi baciò sulla bocca. Io rimasi interdetta, ma lei si strinse a me e continuò baciarmi, ma non era un bacio di cortesia… era un vero bacio con la lingua. Claudio era rimasto un po’ spiazzato, ma Irina si voltò e prese a baciare anche lui, che ricambiò con trasporto. Pensavamo che la cosa finisse lì, .ma lei riuscì a dire solo “Vi amo” che già si stava già spogliando... In un attimo fummo nudi anche noi e ci ritrovammo sul lettone della camera a coccolarci tutti e tre... non era solo sesso, era amore… non so spiegarmi… non era un banale triangolo… eravamo tutti e tre innamorati uno dell’altro… Irina scese a baciarmi il sesso e cominciò a leccarmi meravigliosamente… teneva le mie labbra allargate mentre la sua lingua la percorreva tutta…dal clitoride fino all’attaccatura del perineo… Ci mettemmo quasi in circolo sul grande letto della camera dell’hotel… lei era completamente immersa col viso nella mia fica e Claudio leccava avidamente lei… Io intanto avevo davanti a me il ventre di Claudio e mi avvicinai il più possibile in modo da ...
«1234...14»