1. La puttana di zio Gino 2


    Data: 13/06/2017, Categorie: Incesti, Autore: Calimeronero, Fonte: EroticiRacconti

    Dopo più di un mese di scopate con Gino le mestruazioni mi ritardavano io sospettavo già di essere incinta ma nn avevo la conferma, una sera mentre mio zio mi leccava e ciucciava i capezzoli (il porco sapeva che così facendo mi eccitava) gli dissi -:"Zio ho un ritardo" - :" Di quanti giorni?"mi domanda togliendo le sue labbra dal mio capezzolo -:" Di 10 giorni credo di essere incinta. Zio e ora che facciamo?? -:" Per cominciare domani nn vai a scuola così faremo il test per essere sicuri, poi dopo l'esito decideremo" Così la mattina successiva rimasi a casa emlo zio andò a comprare 2 test di gravidanza una volta a casa me li consegna e mi dice di andare in bagno e fare la pipì su l'apposito stick 2 così così fece. Dopo pochi minuti esco con in mano i 2 test aspettiamo pochi secondi e il risultato è positivo. Sono incinta a 14 anni di mio zio, piango mi dispero, penso alla reazione dei miei genitori, Gino nel frattempo camminava su e giù nella stanza nn capivo cosa pensava, cosa avesse intenzione di fare. -:"Abbiamo un problema serio Rebecca, lo capisci da sola che nn si può portare avanti questa gravidanza?? -:"Si lo capisco ma che facciamo??? -:" Ci penso io, conosco un ginecologo che pratica aborti e siccome ho la procura legale fattami dai tuoi genitori nn credo ci saranno problemi cmq lo chiamo per averne la conferma" Lui chiama il medico e lo sento spiegargli la situazione omettendo che il padre del bambino fosse lui, finita la telefonata mi comunica che dopodomani ...
    abbiamo un appuntamento con il dottore.Per tutto il giorno io e lo zio restammo muti ognuno perso nei suoi pensieri,io all'improvviso ripensando atutto quello che mi stava succedendo mi misi a piangere Gino mi vide e si avvicinò a me cercando di conlarmi, ma in quel momento nn so cosa mi è preso ma lo colpii forte con i pugni sul petto dicendo che era tutta colpa sua, che ogni volta che scopavamo mi veniva sempre dentro, in quel preciso momento il suo volto si fece duro e cattivo -:"Ah ora è tutta colpa mia??Tu puttanella nn hai colpe vero?? Nn sei tu che con le cosce larghe ti fai chiavare da me e che ne godi come una troia?? Nn sei tu che mentre ti scopo mi dici sempre fammi godere nn smettere mai di scoparmi riempimi della tua sborra??? Io piangendo gli risposi-:" Ah si??? E chi è stato a sverginarmi drogandomi? Lui arrabbiatissimo si scaglia su di me inferocito inizia a spogliarmi buttandosi sui miei capezzoli torturali con la sua lingua. -:" Ora vedrai da sola quanto zoccola sei, e come godrai" così dicendo iniziò a spogliarmi togliendomi tutto, appena nuda prese il suo cazzo e come un pittore fa con il suo pennello lo fece scorrere sulla sua tela preferita... la mia figa.Quel contatto dopo poco mi rese arrendevole e come lui ben sapeva gli chiesi di ficcarmelo dentro.Entrò dentro la mia figa con violenza tutto di un colpo mi entrò fino alla radice e iniziò a scoparmi con violenza il suo era un continuo dentro e fuori, ma quando entrava così di botto sembrava volesse farmelo ...
«12»