1. Con mio cugino e stato bellissimo


    Data: 13/06/2017, Categorie: Prime esperienze, Autore: Maria b...., Fonte: EroticiRacconti

    Ciao mi chiamo Maia, vi racconto come ho perso la verginit�.� Andavo maluccio a scuola, mia madre mi mandava da mio cugino a farmi aiutare a fare i compiti, un laureato di 29 anni. Un pomeriggio vado da lui, la porta aperta, sento rumore d'acqua, mio cugino si stava facendo la doccia. La porta socchiusa, io incuriosita inizio a spiare mio cugino. Era con il cazzo rivolto verso la porta, forse sapeva che io lo spiavo. Si toccava, io comincio a mettere la manina dentro le mutandine, chiudo gli occhi e sogno quel cazzo che mi scopa. Ad un tratto mi sento affermare per un braccio, mio cugino. Mi dice vuoi questo troietta? Io arrossi. Maa nnnn. Dai toccalo! Io seghe e ponpini li avevo fatti, ma ero vergine. Cedo, inizio a segarlo, poi mi fece mettere in ginocchio e gli feci un ponpino. Sii troietta, mi diceva, brava hoooooo siiiiii, Uuuummmmm. Mi ferma e mi dice, aspetta vieni sul letto, mi allarga le gambe e mi dice, sei vergine? Io si. Si alza va a prendere una barattolo. C'era scritto vasellina. Ne mise un po' sulla figa e un po' sul ...
    cazzo. Punto' la cappella nella fighetta e piano piano mi entro' dentro. Sentii una fitta, lui aveva il cazzo pieno di sangue, era la mia verginit�. Dopo un po' passa il dolore e inizia un piacere immenso. Siiii daiiiii che belloooooo haaaaaaa. Mio cugino non si è saputo trattenere e mi sborro dentro. Abbiamo avuto paura che restassi incinta, ma per fortuna non successe. Io e lui scopavamo tutti i giorni. Un giorno mi dice, adesso ti apro il culetto. Io non sapevo se mi avrebbe fatto male, quindi dissi si lo voglio. Mi fece mettere a pancia in giù, mi lecco il culetto, poi prese la vasellina, abbondante, mi mise la cappella dentro. Haaaaaaiiiiiiiii Noooooo, mi faiiii maleeeeeeeee, haaaaa esciloooo. Mio cugino continuo', io piangevo. Mi faceva male, lo pregavo dio uscire il cazzo, ma lui continuo' fino a sborratemi nel culo. Una volta finito io lo odiavo. Non volevo vederlo più, ma la notte pensavo al suo cazzo che mi entrava nel culo e mi eccitavo. Poi cedetti e lo chiamai di nuovo, e ancora oggi mi fa godere! Ciao amici da Maia d.....
«1»