1. Una fantasia che si realizza


    Data: 15/06/2017, Categorie: Dominazione, Orge, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Questo racconto è una storia vera. E' un modo che utilizzo spesso con la mia partner per farle vivere le fantasie e le esperienza che nel suo rapporto ufficiale non riesce a realizzare. Per una donna, uno come me è la realizzazione dei suoi sogni inespressi.Mi sono chiesto come mai spesso dolci mogliettine sposate a uomini attraenti che nella maggior parte dei casi non hanno mai tradito, trovino il coraggio di scrivermi e poi mettersi ai miei ordini dopo pochi giorni di reciproca conoscenza.Dovrebbero avere tutto. Di solito lavorano, hanno vite sessuali domestiche attive, spesso sono mamme, alcune hanno mariti bramati dalle loro amiche.Eppure mi scrivono, si mettono a nudo completamente per poi iniziare con me un percorso nuovo, affascinante, talvolta estremo ed in ogni caso coraggioso. Ma sempre condiviso.Noia? Routine? Eccitazione? Desiderio di cambiamento non percepito dal coniuge? Penso ci sia un poco di tutto. Di sicuro una delle soluzioni che adotto per rendere fantasiosi i miei rapporti con loro sono situazioni come quella descritta in questa storia vera. Mi servono proprio per far vivere loro, fantasie intime che hanno, che vorrebbero realizzare con il loro marito, ma che per un motivo o l'altro non riescono ad ottenere o perché non riconoscono in lui il giusto partner per queste situazioni.Oggi vi racconterò una di queste situazioni che almeno tre volte ho messo in atto, ve ne sono altre ma queste eventualmente toccherà a voi scoprirle.Questa situazione è molto ... amata dalle mie schiave in quanto nel gioco il loro ruolo è sempre quello della fedele mogliettina....che in questa storia chiamerò Lorella.Torino 2010. Luglio caldo. Stazione di Porta Nuova. Esco dall'ingresso principale vestito in un elegante completo Tasmania grigio scuro, camicia azzurra. cravatta Regimental e mocassini.Mi avvicino ad una fila di taxi in attesa del cliente. Studio gli autisti seduti al posto di guida. Individuo quello che penso faccia per me. E' il terzo della fila. Sui 55/60, pelato, immagino alto e robusto da come lo vedo seduto. Lascio che i primi due taxi vengano presi da altre persone e poi deciso apro la sua portiera."Buongiorno Via Po 76, ora passiamo a prendere mia moglie, poi le darò l'indirizzo finale"Lui immagino felice per una corsa che si preannuncia remunerativa, biascica un saluto a voce bassa, annuisce e si mette in moto.Scambiamo due parole come sempre banali in questi casi su tempo e calcio e scopro che almeno non è juventino e già questa è una dote a mio vedere.La mia schiava quel giorno non sapeva che cosa l'avrebbe aspettata. Le avevo solo ordinato di vestirsi in modo sexy, ma non eccessivo e che in tutto per tutto quel giorno io sarei stato suo marito e quindi lei la mia adorata mogliettina.La vedo sul ciglio del marciapiedi al nostro arrivo. Immediatamente ho una prepotente erezione. Ha scelto di indossare un tailleur con gonna appena sotto il ginocchio, canotta con bottoncini leggermente scollata e scarpe in vernice nera con tacchi a ...
«1234»