1. L'INVITO A CASA NOSTRA


    Data: 15/06/2017, Categorie: Trio, Cuckold, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Ormai con Davide facevano trio fisso, non ci vedevamo spesso, ma quando accadeva era sempre un’emozione unica. Per capire chi sia Davide bisogna leggere i miei primi due racconti “La nostra prima volta in tre” e “La nostra prima volta in quattro”. Non lo definirei l’amante di mia moglie ma più che altro il suo secondo uomo quando capitava di incontrarci e stare assieme.Le mie voglie cuck mi porterebbero a vederli da soli, ogni tanto è capitato ma solo per pochi minuti, lei vuole sempre che partecipi, ma ogni tanto riseco a defilarmi e lasciarli soli per pochi minuti. A me, per esempio, piacerebbe che loro due passassero anche una notte assieme da soli, raccontandomi nel frattempo quello che fanno o magari farmi raccontare tutto da lei dopo, ma per il momento non è mai accaduto.Comunque il racconto parla di quella volta quando approfittammo dell’occasione, era piena estate e noi eravamo soli a casa in quanto nostro figlio era al mare con gli zii, e invitammo una sera Davide a casa nostra, per lui non è mai facile organizzarsi ad incontrarci, in quanto non è libero ma convive da anni con la sua compagna, ma quella volta riuscì ad organizzarsi, non era mai stato a casa nostra e aveva voglia di venire. Si inventò un corso di aggiornamento nel suo campo lavorativo che si svolgeva nella nostra città così arrivò da noi nel tardo pomeriggio.Mia moglie gli aprì alla porta completamente nuda, abbronzatissima e con la forma del costume in evidenza, lei usa sempre il costume tipo ... brasiliano, e di sopra il seno era scolpito dalle forme dell’abbronzatura e i capezzoli risaltavano ancora di più da un piccolo contorno di pelle chiara intorno, inoltre profumava di crema per il corpo all’iris. Aperta la porta si abbracciarono e si baciarono a lungo, a me solo vederli baciarsi mi diventa durissimo e mi devo trattenere dal farmi una sega in quanto di li a poco dovremo scopare tutti assieme.Chiacchierammo un po’ e mia moglie le propose di passare anche la notte con noi, lui era un po’ titubante in quanto non voleva rischiare che la sua compagna si insospettisse di qualcosa, ma poi si convinse, non era mai successo di passare una notte assieme e la voglia di farlo era grande per tutti e tre, così chiamò la compagna e si inventò che quel corso si doveva protrarre anche il mattino dopo e che rientrare non gli conveniva e che avrebbe passato la notte qui in città.A questo punto gli proponemmo di farsi una doccia, era stato tutta la giornata fuori in giro al caldo e così accettò volentieri, nel frattempo con mia moglie ci sistemammo sul divano del salone e decidemmo di farci trovare già all’opera per vedere che faccia avrebbe fatto, lei aveva una voglia di scopare infinita. Uscito dalla doccia andò in salone e ci vide li, io seduto sul divano e mia moglie in ginocchio a terra che me lo stava succhiando, gettò a terra la tovaglia con cui si stava asciugando e si sedette accanto a me sul divano col cazzo già duro, lei mentre continuava a succhiarmelo glielo prese in mano ...
«123»