1. Madre-figlia-figlio-amico 5° un paese di troie e cornuti


    Data: 15/06/2017, Categorie: Incesti, Autore: Incest 2012, Fonte: EroticiRacconti

    I due giovani seduti in soggiorno,per ingannare l'attesa, avevano conversato lungamente e dei più svariati argomenti. Naturalmente quello che entrambi prediligevano erano quelli inerenti le donne e soprattutto amavano ricordare il loro primo incontro ed i motivi che li avevano così profondamente legati sino a farli divenire una coppia inseparabile nelle loro scorribande e molto richiesta dalle donne del loro paese. Li accomunava il fatto di essere superdotati e per questo rifiutati da tutte le ragazze. Si erano "scoperti" in palestra e da quel giorno erano divenuti amici per la pelle. Inizialmente i loro discorsi scorrevano veloci,allegri ed eccitanti ma via via che il tempo trascorreva senza che le donne dessero segni di vita,Roberto iniziava ad eccitarsi ed innervosirsi al tempo spesso. Avevano smesso di parlare lui e il suo amico e si guardavano in silenzio. Marco pareva rilassato tanto era sicuro che sua madre e sua sorella avrebbero accettato l'arrivo del nuovo,inaspettato stallone. Certo tra se e se aveva dei momenti di ripensamento -Forse aveva fatto male a portare il suo amico appena il giorno dopo aver fatto sesso con la madre e la sorella. Non le aveva ancora chiavate entrambe che già proponeva di allargare il giro alquanto trasgressivo e sconveniente!- Certo quel mattino quando le aveva depilate,trovandosele davanti a cosce oscenamente spalancate si era eccitato come un animale di fronte alla femmina in calore. Dopo aver ben rasato loro la fica,le aveva infilate ...
    prima l'una facendola godere e poi l'altra portandola ad un orgasmo improvviso e violento. Le donne gli chiedevano di godere anche lui e soprattutto la madre,non avendo ancora sentito il calore del suo getto scaldarle l'utero,cercava di trattenerlo dentro di se con le cosce serrate a tenaglia dietro la sua schiena e implorandolo di sborrarle dentro ma lui,in previsione del programma che aveva in mente,si è liberato dalla morsa prima di raggiungere anch'egli l'orgasmo. Ed ha resistito alla tentazione anche quando dopo averle messe a pancia in giù,ha terminato il lavoro depilandole tra le monumentali chiappe e la madre gli ha detto: -Amore,io e tua sorella in previsione di questo momento,abbiamo fatto un profondo clistere ed ora siamo pulite e pronte a ricevere la visita del tuo nodoso amichetto. Il ragazzo infoiato oltre modo anche lui,le ha spalmate con il sapone da barba e le ha inculate entrambe poi,con un gesto nervoso e rapido,si è sfilato e salutandole è andato via con i coglioni che gli scoppiavano tanto erano gonfi e pieni. Certo,le aveva penetrate e fatte godere e le aveva anche inculate ma,non avendole irrorate col suo sperma per lui era come se non le avesse chiavate ne sodomizzate. Il fatto di venire dentro le sue amanti era oramai per lui una vera ossessione procuratagli proprio da tutte le donne che lui chiavava e che lo pregavano di godere scaricandosi in ogni anfratto del loro voglioso corpo. Nessuna voleva che indossasse il preservativo ed anche se erano in un ...
«1234...11»