1. Vuoi essere il primo?


    Data: 16/06/2017, Categorie: etero, Autore: Dottoreamore, Fonte: EroticiRacconti

    Ci sono situazioni che ti segnano per la vita, condizionando il giudizio che hai sul genere femminile, ti chiedi.. se è stato possibile questa volta.. potrebbe esserlo altre? E se succedesse a me?? Avevo 20 anni o poco più, ero stato con una ragazza per 2 anni dai 16 ai 18 ed era stata la mia prima volta con lei; quando ci lasciammo, entrambi prendemmo altre strade e non restammo in contatto se non con qualche sms ogni tanto. Di lei sapevo che si era fidanzata con un ragazzo di un paese vicino al mio. Ricordo la sua telefonata in un pomeriggio di Luglio, “ ciao! Come stai?.. Iniziò la sua telefonata” mi faceva piacere sentirla era una ragazza timida ma con lei avevo condiviso le mie prime esperienze sessuali ed era stata per entrambi la nostra “prima volta”. Nel parlare intuivo che c’era qualcosa di particolare, come se volesse qualcosa… e infatti la domanda non tardò ad arrivare… Sei solo questo sabato pomeriggio? mi chiese. I miei genitori lavoravano entrambi fino a tardi e dalle 15 alle 20 avevo la casa a disposizione, casa in cui lei veniva mentre uscivamo assieme. “si perché?” risposi.. “ hai voglia di vedermi?”.. chiesi se era ancora fidanzata e mi rispose di si ma che voleva chiedermi una cosa una volta arrivata da me.. Nemmeno a dirlo i due giorni seguenti non dormivo la notte al pensiero di fare sesso con lei di nuovo.. mi chiedevo se per caso non centrasse niente con il sesso ma escludevo questa ipotesi visto il tono scherzoso e malizioso che aveva usato per tutta ... la telefonata. Arrivò il sabato finalmente, e arrivarono le 15.30 quando suonò il campanello e finalmente il momento tanto atteso ara realtà. Lei non vestiva in modo sexy, quasi sempre jeans e maglietta… ma a 18 anni si apprezza la semplicità come in un buon piatto in cui ingredienti semplici non richiedono molte spezie per essere apprezzati. Il suo profumo era “anais anais” o qualcosa del genere… ricordo il nome e lo riconoscerei anche adesso perché lo associo al suo corpo, al sapore della sua fighetta acerba che assaporavo per ore… entra nella mia camera ed io avevo già una vistosa erezione. Lei sorride maliziosa si mette davanti a me e mi bacia a lungo con tutta la lingua che aveva.. mentre le nostre mani iniziano a cercare i reciproci corpi lei mi dice “ volevo chiederti una cosa… il mio ragazzo vuole il mio culetto ma io ho deciso che prima di darlo a lui lo voglio dare a te…”.. eh si.. la richiesta era quella… voleva che fossi il primo anche in quello…. Ero eccitatissimo al pensiero anche perché non lo avevo mai fatto prima… avevo da poco fatto un tatuaggio ed avevo ancora il barattolo bianco della vasellina che avevo usato per tenerlo morbido durante i primi giorni successivi… Ci spogliamo di fretta quasi saltando i preliminari che eravamo soliti fare con molto gusto e per lungo tempo.. si sdraiò sul letto a gambe aperte e io misi la mia testa in mezzo alle sue gambe assaggiando quella fighetta non depilata che era bagnata in modo esagerato costringendomi a deglutire i ...
«12»