1. Pornochef


    Data: 17/06/2017, Categorie: Gay / Bisex, Autore: BlackInk, Fonte: Annunci69

    Finalmente ho trovato lavoro in un ristorante come si deve! Dopo aver girato fin troppe cucine in cui nemmeno gli scarafaggi avevano il coraggio di nidiare, a contatto con pseudo-chef che a malapena distinguevano le olive taggiasche dalla cacca di ratto che trovavano in dispensa, relazionandomi con capisala il cui unico obbiettivo era dare fondo ai fondi delle bottiglie che rimanevano sui tavoli, finalmente un locale come si deve, con uno chef coi cazzi e controcazzi e un caposala che sa come fare il suo lavoro. Certo, la paga non è da gourmet, ma quello che imparo ha un valore inestimabile. Oltre a Chef Giorgio in cucina c’è Tony come aiuto-cuoco e io come secondo aiuto-cuoco. Praticamente mi tocca sbucciare aglio, affettare cipolla, pulire e sfilettare il pesce, riordinare la cucina a fine servizio. Chef Giorgio mi ha fatto pure preparare qualche piatto che ha passato il suo esame ed è tornato pulito dalla sala. A volte il lavoro è stressante, soprattutto nei fine settimana quando la sala si riempie e facciamo anche due servizi, ma i capi sanno lavorare e portiamo a compimento tutto nel miglior modo possibile. Il mercoledì è il giorno libero di Tony, in cucina restiamo solo io e Chef Giorgio. Giorgio arriva di buon’ora con molti ingredienti freschi appena acquistati ai mercati generali. Mi fa sentire il profumo del basilico, del sedano; mi svela i segreti del pesce, dei suoi occhi, delle sue squame e dei suoi colori; i tagli migliori del manzo, cosa serve per preparare ... cosa; perfeziona le mie tecniche di uso del coltello, mi spiega le proprietà dei diversi materiali delle pentole. Pendo dalle sue labbra. Ogni sua parola mi riempie il cuore. Sto sfilettando un branzino e incontro qualche difficoltà in più del dovuto. M’impegno ma quel maledetto pesce non ne vuole sapere di tagliarsi come si deve. Improvvisamente sento le mani di Chef Giorgio sulle mie, il suo petto dietro di me e il suo viso sulla mia spalla. Il cuore mi manca di un colpo. “Tienilo così,” mi dice e mi mostra come fare girando la mia mano sul pesce, “il coltello deve entrare in questa maniera.” la lama affonda nelle carni bianche del pesce e per magia prendono la forma che lo Chef vuole dar loro. Quando finisce non stacca le mani dalle mie. Io sento il cuore che rimbalza nel petto. Mi volto vesto di lui e trovo i suoi occhi fissi nei miei e il suo sorriso caldo e invitante. “Credi forse che non ti abbia capito?” mi chiede. Io ciarfuglio qualcosa che non riesco ad intendere nemmeno io. GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); Lui sorride ancora di più e poi appoggia le sue labbra sulle mie. Una scossa di passione attraversa il mio corpo e il calore mi avvolge. Mi sento vibrare dalla punta dei piedi a quella dei capelli, passando per il bacino ed il sesso che comincia a inturgidirsi. Forse attendevo questo momento dal primo istante in cui ho incontrato Chef Giorgio. Giorgio mi stringe la testa con le mani e fa roteare la sua lingua contro la mia. I nostri corpi incollati. Io lo cingo ...
«123»