1. Le mie vicine, tutto casa e chiesa


    Data: 17/06/2017, Categorie: dominazione, Autore: Dany, Fonte: EroticiRacconti

    Sin da piccolo avevo ammirato quel culo e quei due seni mastodontici,ma non ho mai osato avvicinarmi, tranne quella volta ....Mi chiamo Daniele ed abito in un paesino della Sardegna, oggi ho 37 anni,ma i fatti di cui vi parlero' risalgono alla mia infanzia. All'epoca dei fatti avevo piu' o meno 13 anni.Di fianco a casa mia abitavano due sorelle, Marianna e Magda.Molto devote alla chiesa in quanto un loro fratello che abita in toscana era prete,avevano anche una altra sorella rimasta incinta quando ancora era adolescente...anche lei in toscana. Ogni giorno osservavo dalla mia cameretta Magda che innaffiava le piante,non vi dico lo spettacolo...Magda è una donna che all'epoca avrà avuto circa 38 anni,sempre vestitini lunghi,i capelli arruffati,portava degli occhialoni da vista,non proprio bellissima ,ma aveva due bocce enormi che non venivano contenute dal reggiseno...Scopri'parlando con mia madre che portava la settima misura. Marianna piu' minuta ma molto curata nel vestirsi, piu' grande di Magda di circa due anni , aveva ed ha ancora il piu' bel culo sodo e tondo finora mai visto.Il suo seno non è come quello di Magda ma pur sempre bello tondo e sodo racchiuso in una seconda misura...Adoravo il suo caschetto con frangetta e gli occhialetti da vista,una maialina insomma. Quando stavo a casa non passava tempo che non osservavo quelle due creature, e giu' via a segarmi pensando ad un triangolo... Una fantasia che ogni giorno mi assaliva. Cercavo ogni giorno di farmi ...
    notare da Magda soprattutto perchè era lei la mia preferita.Fantasticavo di continuo dei suoi seni e delle spagnole che mi sarei voluto fare. Portavo sempre i pantaloni della tuta senza mutande in modo da farle vedere il mio pene.. Ed un bel paio di volte riusci' nel mio intento visto che Magda era anche la mia insegnate di catechismo... Non passava domenica che non cercarsi uno struscio con lei. Si presentava sempre a lezione con delle camicette bianche che non contenevano le sue forme,cercavo con le scuse piu' banali di sfiorare le sue tette. E vi assicuro che che quello sfiorare,la eccitava parecchio,perchè non faceva una piega. Anzi alla Maiala piaceva e come.Tutte le domeniche la scena si ripeteva e lei puntualmente andava in bagno per finire di eccitarsi,io aspettavo quel momento, la seguivo e la osservavo dal buco della serratura mentre godeva sgrillettandosi il clito,inaffiando il water dei suoi umori.Non mi rimaneva che segarmi....ogni santa domenica.. Sentivo che la mia fortuna stava per arrivare. Un giorno di rientro dall'allenamento di calcio avverto un forte dolore al quadricipite femorale .Mia madre preoccupatissima penso di portarmi per un massaggio da Marianna...( Dimenticavo Marianna fà la massaggiatrice di professione e Magda le dà una mano nel gestire l'attività)... Alla vista di mia madre, le due sorelle rimasero un po' spiazzate,in quanto da buone amiche si parlavano spesso tra loro e non immaginavano cosa potesse essere successo. Mia madre racconto' loro ...
«123»