1. Vasco e S.Siro


    Data: 17/06/2017, Categorie: etero, Autore: ceasar, Fonte: EroticiRacconti

    Ebbene si, sono un fan di Vasco da sempre, da quando ragazzino ho imparato a cantare Bollicine a seguire. Ho visto una decina abbondante suoi concerti e sono sempre stati un'emozione. Da piccolo, con gli amici, sempre a prato o in mezzo al casino. Crescendo invece ho sempre scelto le comodità delle gradinate di S. Siro, posizione strategica per una visione dell'evento al massimo. Nel 2012 invece, in controtendenza, a 38 anni, ho deciso che mi sarebbe piaciuto ritornare a calpestare quel prato che mille volte ho visto in altre situazioni con giocatori di maglia rossonera impegnati nella più nobile delle competizioni: La Champions League. Ma torniamo al concerto di Vasco. Giugno 2012. Arrivo a Milano al classico il giorno prima, mi voglio gustare tutto di quell'evento. Prendo albergo poco lontano dallo Stadio, una doccia ed eccomi a piedi muovermi verso quel tempio del divertimento. Conosco qualcuno in quel mondo e mentre mi avvicino faccio 3/4 telefonate. Arrivo e vado verso Gate 1, li c'è un amico che mi da un pass e mi fa entrare, tra lo stupore dei pochi fans che già erano li per essere i primi a entrare il giorno dopo. Passo la giornata felice, andando da una parte all'altra e godendomi lo spettacolo nello spettacolo, il palco che prende forma, i primi suoni, le prove di massima. La sera mi godo una buona cena e vado in albergo, contento di tutto quello che ho visto. Il giorno successivo replico, ho il mio pass, la folla in esterno è aumentata, iniziano ad essere ...
    diverse migliaia i ragazzi e ragazze ( e anche più grandicelli) che affollano il piazzale di S. Siro. Arriva la sera e si aprono i cancelli, il prato e gli spalti si riempiono da paura. Io giro ancora indisturbato al di qua delle transenne, tra gli sguardi stupiti dei tanti che dalle prime file non capivano chi potessi essere. Beh, io non sono nessuno, ma sono qui. Percorro l'intera lunghezza delle transenne su e giù da privilegiato, osservo quelle persone accaldate che attendo con ansia l'evento. Quasi a ridosso, prime file, ci sono un gruppetto di ragazzine, giovani, urlanti ma spaesate tra quella folla. Una in particolare attira la mia attenzione. Un viso particolarissimo, due occhi quasi a mandorla che ridà a Claire Forlani, l'attrice protagonista del film " Vi presento Joe Black". Non vedo come possa essere fisicamente ma il viso mi attira da impazzire. Faccio ancora un paio di giri cercando di agganciarla con uno sguardo. Mi metto a chiacchierare con un gruppetto di ragazzi e ragazze in prima fila, gentili, eccitati, vengono da Reggio Emilia ed è la prima volta che vedono Vasco dal vivo. Ecco, riesco a far si che i nostri sguardi si incontrino. Cazzo, è ancora meglio di come l'avevo vista prima. Gli occhi sono penetranti ma di una dolcezza che mette ko. Sono le 6, ancora prestissimo. Qualche nota, un po' di eccitazione, iniziano a spingere in avanti quando la band intona qualche canzone giusto per provare che tutto sia in ordine. L prime file iniziano a trovarsi schiacciate ...
«1234...»