1. L'appuntamento


    Data: 18/06/2017, Categorie: dominazione, Autore: Master_R, Fonte: EroticiRacconti

    Come al solito sono in ritardo....corro per casa...devo finire di prepararmi, non è la prima volta che ci vediamo, ma non so perchè mi sento particolarmente eccitata, forse sarà per quella tua voce imperiosa, mai sentita, con la quale mi davi indicazioni precise sul come prepararmi...o forse sarà stato ascoltare la mia voce dirti insaspettatamente e docilmente "si, va bene", o forse anche quella tua frase che mi martella continuamente "..questa volta ti farò una sorpresa, ti farò vivere una cosa del tutto nuova..." Sono in macchina, e sempre più nervosa, mi reco al luogo dell'appuntamento: ci vedremo in uno di quei bungalow tanto carini e deliziosi, ma stranamente questa volta non ci andiamo insieme. Le tue istruzioni sono state precise: devo aspettare in macchina un tuo sms con il quale mi indicavi il numero del bungalow, poi sarei dovuta entrare da sola, avrei dovuto fare tre passi in avanti senza voltarmi, ed aspettare in piedi ed in silenzio...sono in uno stato del tutto nuovo, vivo un'alchimia di sensazioni che vanno dall'inquetudine, all'eccitazione... Il tuo sms mi fa trasalire....ormai preda di una completa e del tutto nuova eccitazione scendo dalla macchina e mi avvicino alla porta...la apro, dentro non vedo nulla è tutto buio...mi sento come se entrassi in una segreta di un castello...ci sono candele a terra...entro e chiudo la porta dietro di me...resto ferma per ascoltare...ma subito mi ricordo ed allora compio i tre passi in avanti...e li resto ferma ed ...
    immobile....sento solo il mio respiro leggermente affannato....ed il mio cuore nel petto... Ecco!! ti avverto...ti sento avvicinare....lo ammetto ormai sono un lago...sono preda di discinta eccitazione....puoi chiedermi di tutto....ti prego fallo!!....ma il tuo tocco mi riporta alla realtà....sento che mi togli l'abito....resto alla tua vista così come mi hai chiesto....senza reggiseno....un perizoma nero...reggicalze e calze velate nere...scarpe scure decolté....le tue mani toccano i miei seni....i miei capezzoli...ed io non posso trattenermi dal gemere...sento scorrere il tuo tocco per il mio corpo...ti insunui nelle mie intimità pulite e depilate come mi hai chiesto...le sentirai bagnate come mai le hai sentite....mi sto letteralmente sciogliendo.... Ora la tua voce mi sussurra all'orecchio..."benvenuta nel mio castello, mia ancella"...quest'ultima parola mi fa trasalire...si è quello che voglio essere per te: la tua ancella del piacere....ora sento muoverti per la stanza...ed immediatamente avverto la seta del mio foulard che mi copre gli occhi...mi manca il respiro...la tua mano mi accompagna....mi conduce .... ed io mi sento preda nelle tue mani...ed adoro sentirmi così....sei il mio Signore e mi guidi in questo magico mondo.... Mi conduci avanti...cammino con paura di inciampare in qualcosa, ma la tua voce così calma e profonda mi rassicura sempre....ora mi dici di chinarmi in avanti....e sento con le mie mani un tavolo davanti a me... mi ci fai appoggiare sopra con il mio ...
«12»