1. Una famiglia ritrovata


    Data: 18/06/2017, Categorie: Trio, Incesti, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    vestaglia di seta tipo orientale, scene al piano inferiore per prepararsi la colazione, trova la sorella che seduta su uno sgabello del banco sorseggia un caffè. Mirella indossa come unico indumento una ampia camicia bianca da uomo che le scopre completamente le cosce e, dai bottoni troppo slacciati, buona parte del prosperoso seno.E’ inevitabile che lo sguardo di Giuliano si appunti nuovamente sul corpo di sua sorella, e altrettanto inevitabile che gli effetti più immediati si rendano visibili, con la vestaglia sollevata dall'asta in tiro e addirittura dalla cappella gonfia e violacea che vi fa capolino.A quel punto, con un malizioso sorriso da puttana, Mirella glielo sfiora con le dita dicendo:“Cosa c'è fratellino? Notte agitata? Hai fatto sogni particolari?”Lui, dopo un attimo di riflessione, sospira e risponde:“Ma se è da ieri che mi metti in faccia queste tette! … e poi mi chiedi cosa ho…. Sono tuo fratello, ma sono pur sempre un uomo!”.Fingendo meraviglia Mirella esclama afferrando quella mazza ormai durissima:“Ah, sono io a farti quest'effetto? Allora sei un porcellino!.... e dimmi, ti vorresti divertire con queste tette? …. ti piacciono le tette grosse, vero? se è così, che aspetti a toccarmele?”La mano di Giuliano si infila nella camicia di sua sorella e comincia a palpare quelle tette belle sode, mentre lei ormai ha preso a masturbarlo senza pudore. Glielo ha prima scappellato, poi lo mena ritmicamente passando il pollice sulla punta per aumentare il piacere. ... Giuliano si mette in bocca un capezzolo turgido di sua sorella mentre con la mano le accarezza le cosce polpose risalendole, fino ad arrivare alla fica.Mirella si accorge che il fratello è ormai vicino all'orgasmo e si china a prendere in bocca tutto quel cazzo fremente. Bastano un paio di sapienti ciucciate e copiosi schizzi di sborra le si schiantano sul palato, mentre Giuliano grugnisce come un maiale. Mirella ingoia avidamente fino all'ultima goccia e risolleva la testa giusto in tempo per non essere beccati dalla madre che in quell'istante entra nel salone.In realtà la signora Wilma capisce al volo quel che era successo e fulmina la figlia con lo sguardo. Ma, superando un momento di percepibile imbarazzo, tutti fanno finta di nulla e il resto della giornata trascorre nella normalità. Anzi l’allegria torna a regnare, anche perché Giuliano porta le due donne a fare una bella escursione lungo la costa, a bordo del suo yacht di 12 metri all’ancora proprio di fronte alla villa.Arrivata la sera, dopo aver cenato in un lussuoso ristorante della costa, si soffermano a bere qualcosa e a chiacchierare a bordo piscina, fin quando Wilma, stanca della giornata di mare, saluta i figli e si ritira nella sua stanza al piano superiore. Fratello e sorella restano da soli, uno accanto all'altra sul dondolo. Mirella appoggia maliziosamente la testa sulla spalla di Giuliano tenendogli una mano sulla gamba, e lui risponde alla sollecitazione mettendole una mano tra le cosce.Di lì a poco si ...
«1234...»