1. Tentazione


    Data: 18/06/2017, Categorie: Altro, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    a pochi metri da lui indirizzandoti verso gli scaffali... e per unafrazione di secondo non avevi resistito alla tentazione di buttare un fugacesguardo verso di lui... per scoprire che ti stava osservando e squadrando inogni tuo passo come se tutte le altre possibili fanciulle della sala nonpotessero mettere in discussioni che la Judith che stava aspettando erisolamente e inequivocabilmente tu.Gli ultimi passi verso lo scaffale li avevi fatti cercando di essere il piu'naturale possibile, ma la tua lei in mezzo alle tue cosce urlava per dirti lesue sensazioni molto intense che tu rifiutavi di ascoltare.........come avevisempre fatto nelle tue paure dietro il videoma ora eri li'... non dietro un video... e quell'uomo era nella stessa sala apochi metri da te....e pur essendo agitatissima, ti accorgevi che non ti dispiaceva avere preso ilcoraggio a due mani e provato ad assecondare quell'invito categorico...con la coda dell'occhio, provavi a reinquadrare Andrea su quella sedia,ma....................... dio mio.......................non era piu'lì................dove era Andrea... ???????????? eri terrorizzata... avresti voluto girarti dicorsa per sapere dove fosse, ma non volevi fare gesti bruschi per noninsospettirlo nel caso che lui non avesse capito chi tu fossi....troppo tardi, alzando lo sguardo alla tua destra, ti accorgi che lui e' a 4/5metri da te, allo stesso scaffale, con in mano un libro che palesemente fafinta di guardare..... ma il suo sguardo e' addosso ...
    ate......................... ma e' piu' forte di te, invece che abbassare losguardo e svicolare in un'altra direzione, alzi invece leggermente la testa perincrociare i suoi occhi blu che ti stanno guardando... e inequivocabilmente luiti sorride...ti ha riconosciuto...ormai lo sai...ma non hai la minima idea di come comportarti...ti stai insultando per avere deciso di essere li', ma ti accorgi anche che latua amica e' sempre piu' impaziente... completamente fradicia di umori.... comese lei fosse in tutt'altra situazione rispetto a quella che la tua razionalita'sta vivendo.l'uomo si avvicina a te, ma invece che presentarsi a te, passa alle tue spallequasi sfiorandoti con la sua mole (e' veramente molto piu' grande e grosso deltuo splendido minuto corpo)...nel momento esatto in cui e' dietro di te e puoi solo percepirlo, senti nelletue orecchie, con tono basso ma perfettamente comprensibile, le seguenti paroleSEGUIMI JUDITH .....UNA SCOSSA parte dalla tua testa... e alla velocita' della luce percorre latua colonna vertebrale per esplodere fra le tue coscefai fatica quasi a respirare per la crescente eccitazioneAndrea si allontana lentamente da te senza neppure guardarti.... quegli attimisembrano interminabili.... la tua testa vorrebbe chiedere ai tuoi piedi discappare da quel luogo, ma tutto il tuo corpo... ogni centimetro quadrato deltuo corpo, inizia lentamente a mettersi in moto seguendo a pochi metri Andrea,accogliendo l'invito di quelle due parolela sua voce, il suo SEGUIMI JUDITH, ...