1. LA CAMORRISTA PARTE SECONDA. IL RITORNO.


    Data: 18/06/2017, Categorie: Saffico, Etero, Orge, Dominazione, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    rischiare e poi mi sei più utile così! Ho deciso. Sposerai la figlia di DonPino. Stop, alzati!”“….no, Rosetta….cosa c'entro io? Ti prego...non farmi questo….” piagnucolai.“Starai bene, non preoccuparti. Qui non mi servi a niente ormai...invece quella ragazza ha bisogno di un marito come si deve, ho scelto te, l'alleanza con DonPino per me è strategica. Tu sei una mia garanzia per l'accordo.”“No, Rosetta...ma io….io...amo te!..”Mi mollò uno schiaffo terribile e poi un altro. “Non fare lo stronzo con me, guagliò a spararti in bocca ci metto un attimo!” e mi agitò la pistola di fronte alla faccia. Prese il cellulare e mi mandò un messaggio. “Quella nella foto è Angeluccia, sarà lei la tua sposa. Domani ti darò tutte le indicazioni del caso. La porterai a cena, le farai la proposta di matrimonio, l'anello e tutto il resto, sei farai il bravo, vedrai che le cose ti andranno bene, se farai il coglione ti ritroverai morto con le tue palle in gola in qualche discarica!” la sua minaccia non ammetteva repliche, ma lo stesso provai a baciarle i piedi e piagnucolai: “Non farmi questo Rosetta, non farmi questo….ti prego….no….ti prego…..” ma lei se ne andò lasciandomi di fronte al mio destino.Quando mi fui ripreso un attimo dallo shock per la notizia, aprii la foto sul cellulare. Mi apparve il volto rotondetto e insignificante di questa Angeluccia. Era grassa, occhi scuri, sui ventanni, naso a patata, espressione da idiota. Mi venne da vomitare. Dovevo sposare questa donna?*Nei giorni ...
    seguenti ricevetti istruzioni sul mio destino. Gegè mi spiegò che DonPino era un boss dei quartieri ad est della città, aveva un grosso giro di ristoranti e di forniture per locali e aveva 4 figlie femmine e 1 maschio. Le tre sorelle di Angeluccia erano già maritate, il fratello studiava già da boss e stava in galera e l'ultima figlia era usata come sigillo per l'accordo fra DonnaRosa e DonPino per spartirsi territorio ed affari. La ragazza mi aveva già visto in foto e le piacevo, ma dovevo fare il romantico con lei: corteggiarla, farle la proposta di fidanzamento-matrimonio e via. “Ma com'è, Gegè?” gli chiesi. “Nu cesso, amico! 'na cozza e merda, chiattona e pure un poco scema….ma i soldi gli escono pure dal culo! Te la sposi, le fai fare i figli e te ne stai fuori casa tutto il tempo. Così si fa.”“...e se scappo, Gegè?”“Se scappi sei fottuto. Uno sgarro del genere a DonnaRosa e DonPino non puoi farlo. Se ti beccano prima che raggiungi il Messico o il Brasile ti ammazzano. Se ce la fai sanno dove abitano i tuoi genitori e se la riprendono con loro. Mi spiace, guagliò, sposati 'o cessoemmerda e non pensarci più!”Quello che diceva Gegè era vero. E poi il mio passaporto lo aveva DonnaRosa come potevo lasciare l'Europa? Così accettai. Rosetta mi regalò 5000 euro e un anello che ne valeva molti di più. Mandai dei soldi(ne avevo accumulati parecchi vivendo da Rosetta)ai miei genitori e l'anello, dicendo di usarlo per quello che ritenevano più giusto. Telefonai loro per spiegare che mi ...