1. Lolita


    Data: 18/06/2017, Categorie: Prime esperienze, Autore: marcosala, Fonte: Annunci69

    cosa da chiederti ” Non le dissi che l’avevo spiata, anche se secondo me è quello che avrebbe voluto che io facessi, le dissi soltanto quello che avevo visto nella cronologia del PC. La sua risposta tardava a venire “ Dai non essere vergognosa lo sai che tra me e te non devono esserci segreti ” “ Sai, a scuola le mie amiche dicono che fanno i pompini ai loro ragazzi, io non ho mai provato e non so come si fa, volevo solo vedere e magari imparare ” “Amore, lo sai che se hai curiosità da soddisfare ci sono io, puoi chiedere a me ” La sua risposta secca non tardò ad arrivare. “Zio come si fa a far godere un uomo?” Azzz mi aspettavo una domanda del genere ma non così secca e diretta, incassato il colpo comincia a spiegarle come fare, inizialmente con molto distacco, quasi in modo scientifico. “Allora, la parte più sensibile del pisello è il glande, il particolare il bordo e il triangolino dove si attacca il frenulo, sono quelle le parti che devi stimolare ” “Uffi zio, non capisco, mi fai vedere con il tuo?” Finalmente era arrivata la domanda che mai avrei voluto sentire ma che allo stesso tempo speravo mi facesse. Subito notò il mio imbarazzo e lei di rimando, parafrasando la mia frase di prima: “Dai non essere vergognoso, lo sai che tra me e te non devono esserci segreti” , e mentre me lo diceva un sorrisino complice le solcava il suo visino angelico. A questo punto non potevamo più tornare indietro, io seduto sulla poltrona mi sfilai i boxer in un attimo, lei mi si inginocchiò ... davanti e cominciò ad accarezzarmi il cazzo con una maestria e delicatezza che non facevano certo pensare che per lei fosse la prima volta. La fantasia da me sempre sognata e sperata si stava realizzando. Ebbi un’erezione immediata, il cazzo, tanto era gonfio che quasi mi faceva male. “Zio, mamma mia, come è grosso, ma ci entra nella patatina delle donne?” Io risposi con un mugugno: “Siii..” “Allora adesso mi dici come devo fare?” “Sii.. sii adesso prendi in mano il cazzo, poi fai scorrere la mano su e giù, facendo attenzione di massaggiare bene la cappella..” “Cosi?” Ed iniziò a muovere le sue manine in un modo delicato e deciso allo stesso tempo come mai avevo provato. “Vado bene?” “Si si certo.. certo vai bene ” Risposi a mezza voce. Ero in uno stato di estasi. Lo stato di estasi si interruppe quando mi chiese: “ E per il pompino come devo fare? Lo devo prendere in bocca tutto? Il tuo è lungo, non ce la faccio ” E lì cominciò la seconda lezione “ No, non devi prenderlo in bocca tutto, comincia con leccare bene la cappella, soprattutto il bordo ed il triangolo sotto poi lo prendi delicatamente in bocca e cerchi di massaggiare la cappella con lingua e labbra facendo avanti e indietro con la bocca, accompagnando il movimento con le mani come per la sega” “ E la sborra la devo inghiottire? “ “ Non necessariamente, solo se ti fa piacere..” “ Mmmmmmm .. si vorrei provarla..” Gabriela non si dilungò in altre domande ed iniziò. Dopo qualche goffo tentativo, prese il giusto ritmo e ...
«1...3456»