1. Beatrice la lurida cagna


    Data: 18/06/2017, Categorie: Orge, Dominazione, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    L’orario di lezione era terminato e Beatrice era in sala professori in attesa dell’inizio delle lezioni pomeridiane.Beatrice, 37 anni, è una bella donna dal fisico tonico con una terza di seno, belle gambe slanciate ed un sedere piacevole, sposata con Francesco, insegna in una scuola di formazione professionale e sul lavoro è molto preparata e severa e quindi pretende dagli alunni la massima attenzione.E’ molto temuta dagli alunni e la maggior parte dei suoi colleghi la detesta per la sua alterigia, ma lei non si cura più di tanto e continua per la sua strada anche perché è previsto un importante concorso pubblico che vorrebbe vincere, per cambiare radicalmente lavoro.In ogni caso, viste le carenze degli alunni, erano stati organizzati dei corsi di recupero pomeridiani e Beatrice aveva dovuto parteciparvi.Alle re 15.00 si recò in aula dove era prevista la sua lezione ma, stranamente, l’aula è vuota.Poco dopo si affacciò alla porta un giovane studente con un’aria afflitta.“Vieni Carmelo……….come mai ci sei solo tu?!.....tanto più che non avresti bisogno del corso di riparazione!!!”Carmelo era uno dei preferiti di Beatrice, studente modello era anche l’incarnazione della bellezza maschile da cui nonostante tutto la donna era attirata.“Buongiorno prof…..non saprei……..mi sembra che siano tutti a giocare a calcetto!”“Sempre i soliti……ma mi sembri triste…che succede?”“Vede prof. è che tutti mi prendono in giro!!” disse avvicinandosi a Beatrice “Avevo una ragazza e………..insomma….non ...
    credo che le interessi!!”“Ma no…ti prego…….se posso fare qualche cosa…!!”“Dicevo che la mia ragazza mi ha lasciato per Cristian…….lo conosce vero?”“Certo….un mascalzone……..appena si accorgerà di che pasta è fatto tornerà da te…tranquillo!!.....e poi sei un così bel ragazzo!!”“Magari…..ma intanto…...io….!!” mentre palava, il giovane si mise a piangere ed istintivamente Beatrice lo abbracciò.Era diventata madre da pochi anni ed il suo istinto materno si era acuito in modo spropositato e non sopportava di veder piangere un ragazzino.Carmelo abbracciò a sua volta la professoressa, stringendola anche più del dovuto, schiacciando il suo petto sul seno prosperoso della donna.Sul momento Beatrice non diede peso alla stretta ma poco dopo sentì le mani del ragazzo che scendevano ad accarezzarle il sedere per poi alzarle la gonna ed intrufolarsi sotto.“Ma…..ma che fai…….su smetti!!” cercò di divincolarsi ma la stretta del ragazzo si fece ancora più serrata con le mani che già le palpavano le chiappe con la gonna completamente sollevata.Un attimo dopo il ragazzo si fece anche più intraprendente e le posò la bocca sulle sue labbra per baciarla.Nonostante la sua provata moralità Beatrice sentiva una certa eccitazione e, dopo una breve resistenza, aprì le labbra per accogliere la lingua del ragazzzino che le esplorò la bocca come, se non meglio di suo marito.Questo bastò perché il ragazzo si sentì autorizzato ad andare avanti e con abile mossa le strappò la camicetta mettendo a nudo il suo ...
«12»