1. Sedotto da un ragazzino, sono tua, la tua troietta in calore, scopami


    Data: 18/06/2017, Categorie: Gay / Bisex, Autore: lamby, Fonte: EroticiRacconti

    Tornavo con la mia auto dalla Brianza, pioveva a dirotto quando in viale Fulvio testi a Milano fermo ad un semaforo vedo un ragazzo che mi chiede un passaggio, mi fermo e lo faccio salire, mi ringrazia calorosamente abbracciandomi, è sudamericano, Pablo il suo nome mi dice che è peruviano ed è qui a Milano da 3 anni, e che abita in zona Dergano, riparto ma un senso di pericolo mi scorre lungo la schiena, lui è bello, ha un viso dolcissimo con capelli neri lunghi fin dopo le spalle, ogni tanto mi sorride, poi ad un certo punto mi dice "Sai a me piacete tantissimo voi italiani, siete caldi come noi e visto che ti sei lasciato abbracciare penso che tu sia gay vero?", "Si Pablo sono gay" "Cavolo mi piaci veramente sai" detto questo mi mette un braccio intorno al collo e al primo semaforo rosso mi bacia sulla bocca, un bacio vero, lungo, passionale, intenso, io rimango meravigliato ma mi lascio baciare, lui intanto prende la mia mano e se la mette sul suo cazzo, sento che è già duro "Ti piace il mio cazzo, lo senti come è duro, è per te, dai fermiamoci un momento qui che te lo faccio vedere" Mi fermo e lui dalla tuta dei pantaloni estrae il suo cazzo, è duro, granitico, è lungo e grosso, rimango ad ammirarlo e dico "E' stupendo Pablo" "Dai assaggialo, prendilo in bocca" non me lo faccio ripetere e lo prendo subito in bocca, lecco la cappella, il prepurzio, poi mi soffermo a leccare tutta l'asta, il cazzo si indurisce ancora di più e lui mi dice "Hai una bocca divina, succhia si ... succhia, la mia troietta sei succhia zoccoletta" Quelle parole mi fecero eccitare e ci misi ancora più impegno, lui intanto mi aveva sbottonato il pantalone e abbassato la mutandina e un dito mi aveva penetrato completamente "Ahhhh siiii" gemetti "Ti piace troietta " "Sii mi piace" "Dai andiamo a casa mia che ti scopo per bene, sarai la mia troia, la mia zoccola" "Si Pablo" Dopo 10 minuti eravamo fuori di casa sua, parcheggiai e lui mi attese e mi prese per mano "Da questo momento sei la mia femmina" entrammo in casa sua, una casa semplice, con pochi ed essenziali mobili, mi denudò completamente ed io denudai lui, poi da un cassetto tirò fuori delle calze autoreggenti a rete rosse e un perizoma, mi diede una parrucca dai lunghi capelli castani, poi lui si sedette sul letto ed io mi infilai sul suo uccello, ero eccitato ancora ed il mio culo voglioso, lui mi strinse a sé cominciò subito a baciarmi e scoparmi, in breve il piacere mi sconvolse e mi diedi completamente a lui, un ragazzo di 18 anni appena compiuti "Dai dai scopami siiii siii scopami Pablo" "Siii certo che ti scopo, si sei la mia troia in calore, sei la mia zoccola, ti scoperò più e più volte questa notte sarai completamente mia" "Sii tua tua, non voglio altro, voglio appartenerti, voglio sentire il tuo godimento dentro di me, sei il mio signore" "No il tuo amante, il tuo uomo, non voglio esserti padrone, voglio amarti e scoparti" "Tutto quello che vuoi ma scopami, scopami " "Certo amico mio certo che ti scopo, ...
«12»