1. La Prima Cosa Bella - II


    Data: 19/06/2017, Categorie: Gay / Bisex, Autore: diego_pan, Fonte: Annunci69

    mettendomi a sedere. Durante il tragitto, penso al messaggio che ho mandato a Tommaso, e una sensazione strana mi pervade, come se avessi dimenticato qualcosa. Un lampo mi fa ricordare cosa: il cellulare! "Non è possibile", mi rimprovero fra me e me. Ora dovrò attendere tutta la mattina per conoscere la risposta di Tommaso. Fortuna che il telefono ha la password impostata, così nessuno può sbirciare il contenuto dei miei messaggi. Dopo cinque, estenuanti ore di lezione, torno a casa sfinito, stanco e affamato. Mangio velocemente ciò che ha preparato mia madre (che tra l'altro mi fissa in modo strano per il modo in cui mangio). Mi alzo da tavola, poso il piatto nel lavandino e mi precipito in camera a controllare i messaggi. Ce ne sono due, uno di Camilla, la mia migliore amica, e uno di Tommaso. Tiro un sospiro di sollievo, e tirandone un secondo per l'emozione, apro il messaggio. "Ok, decidi tu l'ora e il posto, basta che chiudiamo in fretta questa faccenda." Rimango basito, per tutta la mattinata non ho fatto altro che fantasticare sulla risposta felice che mi avrebbe dato, e invece mi risponde in modo secco e distaccato. Decido di lanciargli la stessa moneta, rispondendogli con un freddo "ok". - Perché rispondi solo ora? - Dice rispondendo al mio messaggio precedente. - Ho dimenticato il cellulare a casa, e solo adesso ho visto la tua risposta. - - Mi hai fatto preoccupare, non farmelo mai più! - E' apprensivo, e noto nelle sue parole un senso di protezione misto a ... preoccupazione. - Scusa, ti prometto che cercherò di non incappare di nuovo nello stesso errore. - - Bene, altrimenti non so neanche io cosa ti farei! - - Cosa mi faresti? - Gli chiedo con tono provocatorio. - Ti scoperei come nessuno ti ha mai scopato prima. - Sento tutto il mio corpo accaldarsi, felice ed eccitato per quella risposta. - Beh, in realtà saresti il primo, visto che nessuno mi ha mai scopato. - Gli preciso. - Vorrà dire che farò in modo di essere il primo e unico a farti godere come nessun'altro potrebbe fare quando scoperai con altri ragazzi. - Ormai sono completamente andato, mi trema tutto, dalle gambe ai piedi. Il mio respiro si fa più affannoso, e desidero ardentemente di averlo solo per me, adesso. Non perdo occasione e gli dico: - Se vuoi possiamo vederci anche ora, sempre se non hai impegni. - - Nessun impegno, sono disponibile. - - Allora incontriamoci al parco, in centro. - - Ok, ci vediamo lì. - Mi liquida così, lasciandomi con un'erezione irrefrenabile tra le gambe. Prima di andare perciò, decido di spararmi una sega nel bagno pensando a lui e a quello che potrebbe farmi se mi concederei. E qui siamo ancora ad un punto fermo, visto che non ho deciso bene che cosa fare per quanto riguarda il sesso. Per altre cose, invece sì. Vengo con cinque o sei schizzi di sperma, non li conto di preciso. Tutto ciò che mi circonda sempre sparire del tutto, e rimango solo io. L'estasi che provo è incredibile, e spero che aumenti una volta che avremo chiarito le cose con ...
«1...345...»