1. Io, lui e l'arnese


    Data: 19/06/2017, Categorie: Prime esperienze, Autore: ladyt, Fonte: EroticiRacconti

    Sempre la stessa stanza,sempre noi..ormai era solito scopare una volta ogni tre mesi...lui uomo esperto io un po più ingenua totalmente rapita da lui..dalla sua esperienza. Enteando in camera quel giorno vidi sul letto una cosa a me sconosciute...inizia ad agitarmi dalla paura ma allo stesso tempo mi eccitava l'inconscio...lui prese a baciarmi stringermi mordermi il collo...io giá eccitata giá bagnata. Con un movimento rapido mi spogliò totalmente e mi spinse sul letto a pancia sotto...lo vedevo girare intorno al letto con quella cinghia in mano e mentre mi parlava per rassicurarmi la fece scoccare forte sul mio culo. Lanciai un urlo secco seguito da un fremito forte tra le gambe..altri due secondi e la sentii forte sull'altra natica...non urlai dal dolore ma dal piacere questa volta...continuò così per un paio di minuti. Quando poi mi fece girare a pancia in su vidi il suo viso totalmente eccitato. Lo guardavo fisso negli occhi implorando il suo cazzo ma lui prese la cinghia la fece ...
    scoccare sul mio seno sui miei capezzoli giá turgidi. Ormai mi contorcevo dal piacere ad ogni frustata...quando me la fece scoccare sul clitoride urlai dal piacere mentre avevo un orgasmo di quelli devastanti che vedi e senti colare tutto e lui subito prontamente mi soffocò la bocca con il suo cazzo. gemevo mentre lo stringevo tra le labbra. Lo sentivo duro pulsante voglioso...lo divoravo con avidità con i denti con la lingua mentre il mio corpo era segnato da strisce rosse. con un movinento repentino mi penetrò. Il mio calore e i miei umori lo avvolserò mentre lui mi scopava vigorosamente e con la bocca soffiava sulla mia pelle arrossata provocandomi piacere...mi scopava sempre più forte mi stava dominando ero la sua schiava...e io mi divertivo a dirglielo mentre lui mi sottometteva e mentre mi sbatteva come una troia. Dopo un paio di colpi secchi lo sentii caldo inondarmi mi riempii tutta mentre con un filo di voce e con il respirò affannato mi disse sei stata brava per essere la prima volta...
«1»