1. 3 la tata ed io


    Data: 19/06/2017, Categorie: etero, Autore: Tatapippo, Fonte: EroticiRacconti

    Lei si accorge che sfiorando i suoi piedi e i suoi talloni il mio membro diventa sempre più duro .." Mm porcello cosa vorresti dai miei piedini ?" "Non lo so esattamente..tata fai di me ciò che vuoi basta che li possa baciare..." Con un sorriso smonta dalla sega e si sdraia per terra,si sfila i pantaloni e la canotta e resta nuda sul pavimento allungando i piedi sul mio cazzo..lentamente inizia ad accarezzarlo ai lati poi sotto i coglioni e di nuovo ai lati..usa il pollice per dare dei colpetti all'asta e poi struscia tutta la pianta dal basso all'alto..io sono paralizzato per il piacere..sento un brivido profondo salirmi sempre più forte..lei mi guarda e mentre gioca con il mio membro ride divertita e lentamente si accarezza le tette e fa dei cerchi ai capezzoli ,inumidificandosi le dita nella sua figa che ad ogni tocco al mio cazzo diventa sempre più umida. " adesso che ti ho accarezzato cosa ne dici che te lo sego un po'? Ti piacerebbe eh ?? " io riesco a rispondere solo con un si che è più un grugniti per il piacere e allora posiziona la mia cappella fra le sue piante dei pieni e teneda tra i pollicioni inizia a segare.."mio dio sei fantastica..che piedi favolosi che hai..che ritmo...mm te li mangerei..ti prego fammeli assaggiare ancora..amo come me lo seghi" poi vederle i polpacci tesi e con fuori il muscolo mentre mi segnava mi ... eccitava ancora di più..mio dio avevo un cazzo duro e lungo che non vedeva l ora di assaggiare la sua vagina,liscia e già umida per l'eccitazione. Preso dal piacere decido di levarle i piedi dal cazzo e di iniziare a scendere delicatamente con la lingua lungo l interno delle gambe..caviglia,polpaccio,interno coscia e finalmente al labbro sx della sua figa..dio quanto è morbido e ben rasato..mentre sono lo che lo lecco alzo gli occhi verso di lei..la tata mi guarda e ride divertita di avermi lì come suo schiavetto e di vedere quanto sia infoiato..capisce che godo a leccarla e ad averla e che mi ha fra le sue grinfie e ciò la eccita ancora di più..e infatti mi afferra la testa e me la preme sulla sua figa.." Leccami tutta bastardo" e io iniziò a leccare su e giù quel ben di dio di umori e di clitoride enorme e gonfio..e alterno a leccate dritte leccate a cerchietto sul clitoride; poi scendo giù fino al buco del culo con la lingua e glielo lecco per bene..è tutta fradicia e da su sento che ansima e gode insultandomi" sei proprio un porco..dio che lingua che hai..continua stronzo che poi mi diverto io con il tuo cazzo" e io mi eccito ancora di più e inizio a succhiarle il clitoride mentre con le dita della mano destra inizio a penetrarla..prima dritto poi ad uncino schiacciando sotto al clitoride che nella mia bocca inizia a gonfiarsi...
«1»