1. l'entrata nel mondo del lavoro


    Data: 20/07/2017, Categorie: Etero, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    il racconto che segue ho cercato di mantenerlo il più vicino possibile alla realtà, il sesso è nella vita di tutti, e per viverlo a pieno non bisogna fare altro che accettarlo, farlo entrare, senza paura, solo così si possono vivere situazioni altrimenti impossibili, emozioni mai provate e sogni irrealizzabili.Mi chiamo Marco, 1,85, fisico magro ma molto atletico grazie ai tanti anni di sport, questa è la storia dei miei primi giorni di lavoro avvenuta un paio di anni fa. Avevo 25 anni, avevo da poco finito l'Università a Padova quando ho ricevuto una telefonata da una nota banca per fissare un colloquio per uno stage a Milano. Ovviamente ho accettato senza pensarci, un colloquio non si nega a nessuno e l'occasione sembrava interessante.Arrivato nella sala di attesa mi ritrovo insieme ad altre 4 persone che aspettano il loro turno, tutte ragazze, giovani come me, forse anche con qualche anno in meno. Mi colpisce la ragazzina che ho di fronte, fisico minuto, bassina ma ben proporzionata: il seno spiccava evidente sul suo petto nonostante fosse ben coperto da una camicia totalmente abbottonata, il viso sottile e gli occhi azzurri aiutavano a fare di quella ragazzina un vero angelo. Bellissima.Quando mi chiamano, entro per fare il colloquio, tutto regolare, mi accolgono la responsabile delle risorse umane e un marketing manager, parliamo dei miei studi, della tesi di laurea, di cosa voglio fare della mia vita. Ad un tratto però il manager si deve assentare e rimango da solo ...
    con la ragazza delle risorse umane, il discorso che mi fa inizia a diventare strano: "sai Marco, non so se ti sei guardato intorno prima di entrare qui, quelle ragazze.. quelle vengono tutte dalla Bocconi, queste sono quelle che ci mandano, il nostro management punta forte su quella Università e punta forte soprattutto sulle ragazze. Tu sei un cigno nero, sinceramente alla luce della nostra chiacchierata ho intenzione di spingere molto per la tua candidatura e fare in modo che venga scelto tu, vedi, quando ci sono tante ragazze bisogna anche fare in modo che ci siano dei ragazzi..."Esco dall'ufficio molto soddisfatto, evidentemente avevo fatto una buona impressione e il discorso della necessità di inserire un ragazzo pensavo che si trattasse della necessità di differenziare i caratteri e le competenze, ma sbagliavo.Passano meno di 24 ore quando arriva la chiamata nella quale mi informano che sono stato selezionato per lo stage, potevo iniziare già la settimana seguente.Il lunedì successivo mi alzo molto presto e lascio velocemente la casa che ho preso in affitto a Milano alla volta della sede centrale della banca. Arrivo nel parcheggio con largo anticipo, così decido di rimanere qualche minuto in macchina per aspettare l’orario di entrata che mi era stato indicato. Ho gli occhi leggermente socchiusi, ma qualcosa nella macchina parcheggiata davanti a me attrae la mia attenzione: vedo che inizia a muoversi, come se dentro ci fosse qualcuno, siamo in un parcheggio coperto e la ...
«1234»