1. Sogno o son desto.


    Data: 10/08/2017, Categorie: Gay / Bisex, Autore: dive66, Fonte: Annunci69

    Alberto è sdraiato sul mio letto, ha solo gli slip indosso. Io gli sono sopra e lo bacio appassionatamente. Passo dalla bocca, dove le nostre lingue si incrociano e si amano, per poi passare la lingua giù verso il collo, poi sui capezzoli, dove mi soffermo un pochino. Passo la mia lingua intorno ai capezzoli, prima uno poi l’altro, poi li bacio delicatamente e li succhio, l’effetto è quello di farli diventare rigidi e duri, si vede che gli piace. Tutto questo è accompagnato dalla mano che accarezza il suo cazzo da sopra gli slip. È un cazzo enorme, e che ha fatto godere molti maschietti e femmine, perché Alberto è bisex, è un ragazzo bello e dotato, viene voglia di farci sesso solo a guardarlo. Passo dai capezzoli al suo addome, alternando lingua e labbra, su quell’accenno di peluria addominale, e la mano afferra sempre con più energia quel cazzo che ormai è diventato duro e voglioso di attenzioni. Torno a baciarlo in bocca, senza mai lasciare il suo cazzone, ho iniziato una leggera sega da dentro lo slip. Mi sollevo mi denudo del tutto, e poi mi chino verso il suo bacino, gli sfilo lo slip, finalmente il suo cazzo è libero, e si alza verso il mio viso, come a voler essere baciato pure lui. Lo afferro con decisione, e, mentre impongo un ritmo lento alla sega, inizio a baciarlo sulla base dell’asta, le sue palle, mi fermo con la mano e gli lecco tutta l’asta, passando la lingua intorno alla sua cappella, ormai diventata grossa e pulsante. La lingua ora passa sopra la ...
    cappella, sul buchetto da cui fuoriescono gocce di precum saporitissimo e buonissimo. Apro la bocca più che posso, e faccio sparire quella cappellona all’interno, inizio a succhiare con avidità. Succhio mentre scendo lungo l’asta, e soffio leggermente mentre risalgo, il tutto accompagnato anche dalla mia mano, in una presa forte e decisa. Sento che gli piace, lo capisco dai suoi gemiti, dai suoi movimenti e dal suo cazzo durissimo. La sua mano si porta sulla mia nuca. GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); Ora è lui a dettare il ritmo, ma io lo voglio tutto, lo voglio sentire, assaporare, gustare. “Sei una gran pompinara, così mi fai venire, voglio sborrarti in gola, e farti ingoiare tutto il mio succo, troia”. Le sue parole mi provocano una grandissima eccitazione, e prendo a spompinare con più decisione. Sento Alberto che si irrigidisce, la presa della sua mano sulla mia nuca, si fa sempre più decisa, poi improvvisamente, mi sento premere con forza verso il cazzo, in modo da tenerlo saldamente dentro la mia bocca. Sento la cappella che si indurisce ancora di più, la sento che diventa sempre più grossa, e finalmente sento i suoi caldi getti di sborra, lungo la gola. Mi affretto ad ingoiare il tutto, non voglio perdere nemmeno una goccia di quel buon nettare. E così faccio. “Vengooo dai bevi tutto!! Manda giù!!! Che bello!!! Sei stato bravissimo, ma adesso ti voglio scopare!!”. Non aspettavo altro. Alberto rimane sdraiato a pancia in su, il suo cazzone è ancora duro e voglioso. Lo ...
«1234»