1. Guasto elettrico


    Data: 11/08/2017, Categorie: etero, Autore: DemoniakA, Fonte: EroticiRacconti

    Che caldo oggi ! Beh è anche normale, siamo in Agosto, ma i 35° di oggi sono davvero insopportabili. Come ogni giorno, inizio la mia mattinata con una bella colazione a base di cappuccino e delle biscottate con marmellata di albicocche e burro. Mentre mi delizio il palato, ripenso ai programmi per la giornata, allora: fare la spesa, passare in tintoria a riprendere i piumoni, mettere benzina, preparare il pranzo. Sto dimenticando qualcosa, me lo sento. All'ultimo morso della biscottata, ecco che (come sempre) mi cade un pezzetto in terra. Possibile che ogni volta è sempre la stessa storia ? E poi cade sempre dalla stessa parte, quella spalmata. Ma .... Oddio ! Ecco cosa sto dimenticando, l'elettricista ! Deve passare per riparare quella dannata presa in salotto. A forza di spingerci dentro la spina dell'aspirapolvere, ho fatto rientrare la presa ed ora quando provo a riattaccarci una qualsiasi spina, salta la corrente. Cavolo avevo dimenticato che è da una settimana che ho chiamato il tizio che mi ha consigliato Daniele. Lui dice che questo è un elettricista di quelli seri, con anni di esperienza alle spalle, che poi tra l'altro, gli ha fatto tutto l'impianto elettrico a casa, e ricordo di averlo anche visto, mentre faceva i lavori in casa sua. Beh non era certo giovane e nemmeno giovanile, avrà avuto sui 60 anni e sembrava una specie di barbone, tutto trasandato e anche un po’ puzzolente. Nonostante queste cose in suo sfavore, mi sono convinta ugualmente a chiamarlo, ...
    perché sembra davvero essere qualificato, e io non ho voglia certo di perder tempo, con un tizio che non sa dove mettere le mani. L'appuntamento era stato fissato per le 15:00, e visto che ormai manca un'ora, decido di buttarmi sotto la doccia, cosi almeno io sarò profumata, visto che sicuramente qualcun altro non lo sarà. Adoro l'acqua tiepida che mi accarezza la pelle, insaponarmi lentamente sentendo ogni curva del mio corpo, sembra strano ma mi rilassa e mi fa quasi rinascere. Devo sbrigarmi che il barbone starà arrivando. Vado in camera e penso a cosa mettere, mmmm ma si dai, canottierina verde acqua e pantaloncini bianchi. Sotto un completino composto da reggiseno e perizoma rosa, con delle applicazioni di paillettes. Mi pettino e do una botta di phon ai capelli, tanto per non lasciarli zuppi di acqua. Ora un pò di trucco leggero cosi da non sembrare una strega sciatta, ed eccomi pronta. Me ne vado di là e mi sdraio sul divano con il mio mini computer sulla pancia, faccio un girettino su Facebook, a vedere quelle quattro stronzate che scrivono le mie amiche. Quei post inutili che ho sempre odiato, pieni di quelle battutine che non farebbero ridere nemmeno una formica tibetana (come sono fatte le formiche tibetane ? Saranno come le nostre ? Ma ridono pure? Boh). Do un'occhiata veloce alla posta, magari ci trovo qualcosa d'interessante. Se va be' ! Niente, solo pubblicità. Si sta' davvero bene qui sdraiata, con quest'arietta (bollente), che entra dalla finestra socchiusa, che ...
«1234...15»