1. Che ci fate, voi qui?


    Data: 12/08/2017, Categorie: dominazione, Autore: S.Emma, Fonte: EroticiRacconti

    Finalmente anche questa giornata è finita…sto per entrare nella via di casa mia…vedo una macchina famigliare…un brivido e un ‘ agitazione improvvisa mi assalgono. La macchina è la vostra… cosa ci fate , qui?! Qualche ora fa stavamo massaggiando…non mi avete detto della vostra visita ….ripenso ai messaggi che ci siamo scambiate…un pensiero mi attraversa la testa…cazzo! Sono nei guai! Oggi, vi ho detto che ultimamente non mi sto più prendendo cura di me…niente trucco, indosso le prime due cose che trovo nella armadio…perché non ne ho più voglia… . Non può essere un caso , che stasera mi fate una sorpresa e vi ritrovo davanti a casa...siete qui sicuramente per punirmi. Un altro brivido scende lungo la schiena…parcheggio e mentre scendo dalla macchina, vedo che state scendendo anche voi… . “ Ciao tata, che ci fai qui?! Che bello vederti!” voi vi avvicinate e mi abbracciate, il vostro tono, è sensuale e severo “ ciao, Emma , tu lo sai perché sono qui! …e non ne sarei così sicura, che è un piacere vedermi …” cazzo! Siete già nella modalità Padrona …sono proprio nei guai. Sussurro un debolissimo “S-Signora …” per salutarvi . Entriamo, i miei sono già usciti…stasera avevano una cena e staranno fuori fino a tardi…purtroppo per me… Ci togliamo i cappotti , io vi guardo, imbarazzata …non so che fare..che dire…. Azzardo un “che mi racconti …?” sperando ancora una volta , di distrarvi e addolcirvi un po...ma...il vostro sguardo mi fulmina , è severo e deciso …non riesco a ...
    sostenerlo…capisco la situazione, e mi inginocchio, tremando…lo sguardo basso . Il tono è identico al vostro sguardo “ come avrai capito, Emma , la mia questa sera, non è una visita di cortesia … quello che mi hai detto oggi per messaggio, mi ha fatto arrabbiare molto…tanto da farmi decidere di venire giù, e di punirti, stasera stessa “ , “si…Signora …vi prego…perdonatemi …non lo farò più…” il mio tono è supplichevole. “ hahahah davvero , piccola Emma, pensi che delle scuse,ti risparmieranno la punizione ?” “ ecco…io…” sono tutta rossa, e mi sento avvampare…non so come difendermi…intanto, i brividi continuano a percorrere la schiena e l agitazione aumenta . “ alzati! Vai in camera, spogliati, mettiti il collare e mettiti in posizione!” il vostro tono è sempre freddo e severo “ si, Signora”. Corro in camera e faccio come ordinato …voi intanto, andate in bagno e sento che fate scorrere l acqua…non riesco a capire che state facendo. Quando entrate, io sono in ginocchio, completamente nuda… indosso solo il collare…con lo sguardo basso, davanti al letto. Vi avvicinate a me, e fate passare un dito, lungo tutta la schiena...il tocco è delicato, come uno sfioro...dei brividi seguono il vostro movimento...vi avvicinate all' orecchio e mi sussurate, con voce seducente, ma decisa...." mettiti a 4 zampe sul letto" . Mi alzo e mi metto come mi avete detto. Chiudete la porta ...spegnete la luce e accendete le candele...ora, vi avvicinate a me e mi dite con voce divertita e sensuale "stasera, piccola, ti ...
«1234»