1. La mia prima esperienza con un uomo 1


    Data: 12/08/2017, Categorie: Gay / Bisex, Autore: Xmgpi, Fonte: Annunci69

    Ciao, mi chiamo Mauro ed ho 58 anni. Voglio raccontare la mia prima esperienza avuta 5 anni fa. A causa di un disturbo (che poi ho scoperto fosse una banalità) fui accompagnato, verso le ore 10:00, all'ospedale da un collega il quale subito dopo fece ritorno in ufficio. Mi fecero distendere sopra un lettino in un angolo del corridoio del pronto soccorso in attesa di essere visitato, logicamente la precedenza era per coloro che avevano problemi più gravi. Le ore passavano lentamente ed io me ne stavo ad occhi chiusi (solo così riuscivo a stare meglio) immerso nei miei pensieri, quando verso le 15:30 qualcuno si accorse che esistevo anch'io: un medico si avvicinò e sfiorandomi una coscia mi chiese cosa avessi, gli spiegai il mio malessere e mi tranquillizzò dicendomi che presto mi avrebbero trasferito in un reparto specializzato. Mi disse che lui era solo di passaggio e che se volevo si sarebbe trattenuto alcuni minuti a farmi compagnia; annuii senza aprire gli occhi, dalla voce sembrava molto giovane ed i suoi modi erano molto gentili. Aprì una porta e mi trascinò all'interno di una stanza vuota che chiuse a chiave, si avvicinò a me e di nuovo mi accarezzò una coscia sfiorando (sembrava inavvertitamente) anche il mio pacco. Mi irrigidii ma lui continuò a ripetere lo stesso movimento per diverse volte mentre mi parlava di cose che neppure oggi riesco a ricordare; forse mi chiese se avevo avuto altre esperienze o forse altro, ero troppo concentrato in quelle carezze. ...
    istintivamente avrei voluto prendergli la mano e bloccarla ma il calore della mano sul mio corpo ben presto sprigionò la mia erezione che Paolo, questo il suo nome, subito cominciò ad accarezzare. La cosa non mi dispiaceva, anzi, stuzzicava ancora di più la mia curiosità; aprii leggermente gli occhi e vidi che Paolo era davvero molto giovane con lineamenti molto sottili, labbra carnose e capelli corti. Mi slacciò i pantaloni e facendo pressione sul mio bacino mi costrinse ad alzarlo ed in un attimo rimasi con gli slip ed il cazzo che spuntava sopra l'elastico (mi arriva quasi all'ombelico). Senza esitazione appoggiò la bocca sulla punta del cazzo, la lingua esplorava ogni millimetro della cappella si infiltrava nel buchetto mordicchiava con delicatezza ed intanto nuovamente mi fece cenno di alzare ancora il bacino e mi sfilò anche gli slip. Si avventò con la bocca sul cazzo (19 cm x 15 di circonferenza) e incominciò il più bel pompino che abbia mai ricevuto, e credete, il mio cazzo di bocche femminili ne ha ricevute a decine... e solo una credevo fosse imbattibile, ma mi sbagliavo: Paolo era il più bravo. Mi leccava tra linguine e la coscia portandomi alle stelle, si metteva le palle in bocca, mi leccava dappertutto. Quando scese al mio culetto ebbi un attimo di risentimento, sono un tipo molto pulito, ma sentire una lingua che passa sul buco mi lasciò un attimo perplesso, ma solo un attimo, perchè la volle infilare finchè fu possibile. Era la prima volta che una lingua o qualsiasi ...
«123»