1. Cercando un nuovo studio, trovo una nuova segretaria...


    Data: 08/09/2017, Categorie: Dominazione, Etero, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Era da mesi che cercavo uno studio, sia per avere una sede che non fosse casa mia, sia per delle funzioni di segreteria che attualmente mi mancavano. Professionalmente ero arrivato ad un punto in cui non potevo sempre andare dai clienti, ma si rendeva necessario riceverli qualche volta per parlare in tranquillità fuori dalle loro aziende, e poi non sempre potevo rispondere al cellulare, e neanche fare inviare dei fax a casa, pertanto doveva esserci una segretaria che in orario di ufficio prendeva le chiamate, gestiva un po’ di scartoffie diciamo, così io avrei potuto occuparmi a pieno dell’attività vera e propria.Sono un consulente aziendale focalizzato sul miglioramento del clima in azienda, e delle conseguenti performance dei dipendenti. Ho una formazione in psicologia applicata e poi ho lavorato diversi anni presso aziende private, e le due cose si completano dandomi quella competenza che i miei clienti riconoscono. Affianco solitamente i vari componenti dell’azienda cliente per qualche giorno, e poi tiro le somme, proponendo le mie visioni per migliorare gradualmente clima e performance.Tornando al discorso dello studio, iniziai a cercare sui siti delle agenzie immobiliari della zona, poi sui giornali locali, ma quasi tutti gli uffici proposti erano fuori dal mio target, o studi lussuosi in pieno centro con affitti da capogiro, oppure dei buchi come degli ex negozi in zone pessime, su strade iper trafficate.Parlando con un amico venni a sapere che le mie esigenze ...
    potevano combaciare con quelle di altri professionisti, che si mettevano insieme per condividere l’affitto dei locali, avere una segreteria comune, anche se il loro lavoro non era necessariamente collegato.Dopo questa dritta modificai la mia ricerca ed effettivamente i risultati come “ufficio indipendente in studio associato” mi soddisfacevano maggiormente. Posti migliori, costi più abbordabili, una segreteria già presente, quindi anche l’incombenza di selezionare una persona ad hoc era già superata. Sicuramente il tutto poteva rendere la mia ripartenza in nuova sede molto più veloce e facile. Visitai alcuni studi, annotandomi pregi e difetti, ma non mi sentivo mai “a casa” per vari motivi, il tipo di professionisti che già occupavano alcuni uffici, le location, e non da meno per il carattere di alcune segretarie alle reception, qualcuna troppo vamp, qualcuna troppo smorta.Visitai una mattina uno studio, che era già occupato da due avvocati, un geometra e altri due consulenti e dove c’era una ragazza alla reception che mi accolse in un modo molto professionale ma anche abbastanza amichevole. Avrà avuto meno di trent’anni credo e fisicamente mi si era subito parsa “interessante”, ma la vidi solo per venti secondi, in quanto uno dei professionisti si era subito reso disponibile a farmi visitare l’ufficio libero, spiegarmi la loro realtà, i costi, e chiedendomi un po’di me e del mio lavoro, per accertarsi che corrispondessi ai loro canoni di tranquilla convivenza.Finito l’incontro ...
«1234...»