1. Le magnifiche tette di Jenny


    Data: 13/09/2017, Categorie: Etero, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Mi chiamo Stefano e mi piace deliziarvi con i miei racconti, così se sono stati di vostro gradimento non esitate a scrivermi alla mia mail:sense40@hotmail.itMi piacerebbe ricevere nuove idee e fare nuove amicizie, specialmente femminili! ;-))Erano anni che conoscevo di vista Jenny. Fin dai primi anni delle superiori non ero mai riuscito a rivolgerle la parola perchè rimanevo scioccato, rimediando solo brutte figure. Eppure Jenny non era una ragazza bellissima. Era alta circa 1.75, le gambe erano leggermante storte ed aveva un'aria di sufficenza che ad alcuni pareva strafottenza vera e propria. Aveva anche la R moscia che le dava un'aria sofisticata soprattutto quando aveva quegli occhialini piccoli e rettangorari che il più delle volte le scivolavano dal naso. Nonostante tutto erano molti i ragazzi che le ronzavano attorno. Già, perchè era una ragazza che non passava per innosservata. Russ Meyers, il più grande cultore mondiale dei seni nonchè regista di numerosi film erotico demenziali, l'avrebbe portata in trionfo.......... .......e non solo lui. I suoi seni erano immensi, non avevo mai visto un petto così abbondante ed invitante come il suo. Erano per me come un chiodo fisso, l'unico pensiero di ogni giorno trascorso a scuola. Pensavo sempre cosa avrei fatto per averla come ragazza e cosa avrei poi combinato a quei due seni. Ma erano solo pensieri. Poi la incontrai ancora all'università, seppi che si era fidanzata seriamente con un uomo di 10 anni più grande di lei. Molto ...
    di rado scambiavo con lei qualche parola, ero più bravo per telefono nelle mie telefonate oscene. Infatti dopo esser riuscito a sapere il suo numero di telefono iniziai un bombardamento vero e proprio di proposte indecenti. La cosa iniziò a piacermi sempre più perchè e rispondeva sempre in maniera molto gentile nonostante le mie offese. "Ti vorrei scopare quei due meloni che hai sul petto..... lo so che ti piace puttana........" le dicevo di continuo, ma lei rispondeva divertita: "ti piacciono le mie tette? le vorresti tutte per te? due belle tette da maneggiare tutto il giorno..........., peccato che ho un fidanzato geloso delle mie tette.......". "Scommetto che ti fai sborrare sempre sui seni...... ma ti rendi conto quanto le hai grandi?" E lei: "ne sono orgogliosa, almeno la gente mi nota e a quanto pare rimango in mente.........". Queste telefonate iniziarono a ripetersi sempre più ma non portavano a nessun risultato. Io le facevo dei "complimenti" e lei ci stava allo scherzo, ma nulla più......purtroppo. Un giorno arrivai in anticipo all'università e mi dissero che oggi la lezione non ci sarebbe stata. Nessuno dei miei amici era nei paraggi e così mi avviai all'uscita. Incontrai Jenny sull'atrio del portone, la salutai e non naturalmente non potetti evitare di lanciare la solita sbirciatina al suo petto. Chi meglio di loro.......sempre così.....così granitiche e troneggianti, pronte a subire i giudizi della gente invidiosa e strabiliata. Dopo un veloce scambio di parole ...
«1234»