1. INCONTRO CON UN RAGAZZO DEL SITO....


    Data: 13/09/2017, Categorie: Orge, Etero, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Avevo scelto di incontrare un ragazzo conosciuto su questo forum con l’obiettivo di approfondire le nostre conoscenze e provare a sfogare reciprocamente le nostre voglie... Inizialmente mi aveva scritto una e-mail. Ci eravamo confrontati in modo sempre più approfondito sui nostri gusti e su cosa ci piaceva fare. Ci eravamo scambiati anche delle foto che scendevano sempre più nel dettaglio anche se, per non bruciare di desiderio, avevo scelto di stuzzicare la sua fantasia con foto sì provocanti ma che non mettessero subito tutto in mostra.Arriva così il fatidico giorno. Un pomeriggio. Scelgo di farlo venire a casa mia. M. è un manzo tosto e grosso. E’ molto più alto di me, ha una corporatura importante, un torace peloso e anche un po’ di pancetta ma non mi eccitano gli uomini perfetti. Adoro l’uomo che ci sa fare nei modi e nei fatti, che mi tratta un po’ con sufficienza, che mi usa e si fa usare. L’uomo che sa essere anche un po’ rude e grossolano nei modi. L’uomo più grande di me. Che mi schiaccia quando mi penetra, così imponete da sembrare una montagna in confronto a me. Mia piace anche che sia più alto: così quando mi possiede mi sento piccola piccola e mi eccita ancora di più poterlo avere in pugno solo facendogliela annusare.Nel prepararmi mi ero fatta mille dubbi su cosa mettere e come immaginare la cosa. Idealmente avrei voluto accorciare i tempi e aprirgli la porta nuda… però so che spogliarsi è un momento molto eccitante e indossare cose provocanti aumenta ancora di ...
    più il desiderio… avevo così scelto un abito tubino bianco, molto corto e aderente, che mi fasciava completamente, essendo elasticizzato, e metteva in evidenza le mie forme. Sopra era completamente scollato senza spalline e mi sollevava molto il seno che faceva bella mostra di sé… sotto era cortissimo: se mi sedevo saliva e bastava aprire un po’ le gambe per mostrare… tutto quello che c’era da vedere. Non avevo calze e la mia bella abbronzatura risaltava col bianco… ero nel dubbio se indossare o meno delle mutandine e alla fine scelsi di non metterle ma di mantenere un po’ di segreto con le gambe ben serrate… mi ero depilata per bene la fichetta… era bella rosa e totalmente in ordine…Inutile dire che ero eccitatissima… ci eravamo scambiati molti messaggi piccanti e il desiderio era cresciuto all’esasperazione in poco tempo… e l’arrivo del protagonista di tanti toccamenti, di tante mutandine bagnate mi agitava un po’… oltretutto era pur sempre un estraneo e poteva rivelarsi potenzialmente pericoloso, anche se avevo preso tutte le precauzioni rispetto a mal intenzionati da accogliere in casa…Suona alla porta puntuale. Gli apro con un sorriso malizioso e lo faccio accomodare. Non è un bellissimo uomo ma sembra una montagna… è ruvido e forte… ha una grossa pancia.. ma sembra sia tutto grosso lo faccio sedere sul divano e gli offro da bere del te freddo… sento il viso infuocato… e non solo quello…Non riusciamo a imbastire grandi discorsi, del resto non ci interessa conoscerci… si ...
«1234»