1. Il rappresentante


    Data: 13/09/2017, Categorie: Etero, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    L’apertura del negozio rappresentava il giorno della rinascita per lei. Rappresentava la fine di un brutto periodo che era seguito al divorzio. Ora si voleva riprendere la sua vita e quella nuova avventura le aveva portato un grande entusiasmo. Aveva aperto un negozio di scarpe da donna. I primi mesi furono un vero successo, le vendite andavano bene e la clientela aumentava. Di tanto in tanto notava che i mariti e i compagni delle sue clienti la guardavano con una certa insistenza. Era una bella donna, giovane con un bel seno prosperoso e un sedere sodo. Le donne appena entravano venivano rapite dalle scarpe, e gli uomini mentre aspettavano si godevano l’immagine di lei. Inizialmente questi attenzioni la infastidivano, ma poi cominciava ad apprezzarli considerandoli lusinghieri. Da quando si era separata non aveva più avuto nessun rapporto con un uomo e iniziava a sentirne la mancanza.Dopo qualche mese dall’apertura la chiamò il rappresentante per dirle che sarebbe passato per mostrarle la nuova collezione. Si misero d’accordo per la sera successiva, dopo la chiusura del negozio, così da non avere i clienti a distrarla. Il rappresentante era un bell’uomo, elegante e un po’ sfacciato…“Ecco la mia cliente più bella!” esordì lui mentre entrava.Lei arrossi lievemente, poi tornando con la mente al lavoro “aspetta che abbasso la serranda prima di iniziare” . Mentre si avvicinava alla serranda in modo tale che i clienti non entrassero più e si dedicasse alla nuova collezione vide ...
    riflesso nel vetro della vetrina lo sguardo del rappresentante fisso sul suo fondoschiena. Quella sera indossava un vestito rosso aderente che le arrivava sopra le ginocchia con un paio di sandaletti col tacco legati a schiava che rendevano la sua figura particolarmente sensuale. Mise quasi involontariamente ancor più in mostra il sedere quando si dovette piegare per abbassare la serranda. Si accorse, lievemente imbarazzata, di aver dato un gradevole spettacolo che il suo rappresentante non si era perso un istante.“si direbbe che vorresti un bello sconto stasera…” disse lui dimostrando di aver gradito quelle movenze facendo salire ancor più l’imbarazzo di lei.Notevolmente arrossata in viso, ma comunque compiaciuta per quella specie di complimento, cercò di cambiare discorso e iniziarono e guardare la nuova collezione. Mentre lei era intenta a vedere le nuove scarpe si accorse che gli occhi di lui ora insistevano spesso sulla sua scollatura. Non che fosse molto aperto, ma un seno abbondante come il suo risaltava bene. Cominciò a squadrarlo anche lei. Si ritrovò a pensare che era un bell’uomo, con un fascino intrigante.“perché non le provi questi?” disse lui riportando l’attenzione sulle scarpe che aveva in mano. In effetti era indecisa e voleva vedere come stavano al piede.Si sedette per provarsele e lui galantemente e inaspettatamente, si inginocchiò davanti a lei per infilarle la scarpa. Per sciogliersi i sandaletti dovette abbassarsi dando una bella visuale del suo seno che ...
«123»