1. Giorgio, così giovane, ingenuo.....e troia - Cap.1


    Data: 13/09/2017, Categorie: Gay / Bisex, Autore: Eriaku, Fonte: Annunci69

    Cap.1 "Primo assaggio" ” Era il giorno del mio quindicesimo compleanno......Avevo appena finito l'allenamento di tennis, e mi diressi verso lo spogliatoio per una doccia" Cominciò a raccontare Giorgio, mentre lappava il grosso cazzo d Nikolai, e quello di Ivan gli sconquassava lentamente le viscere. "Dovevo sbrigarmi, mio padre mi sarebbe venuto a prendere dopo neanche mezz'ora, per portarmi alla mia festa. Mi ero attardato sul campo per scaricare la rabbia che il mio migliore amico Francesco mi aveva causato, dandomi buca per la mia festa solo qualche ora prima all'uscita da scuola. Ero venuto quindi al centro sportivo anche se quel giorno di solito non mi allenavo per cercarlo e parlargli. Ci conoscevamo da bambini e avevo capito subito che c'era qualcosa che non andava. Mi aveva fermato fuori dalla classe per dirmi che non sarebbe venuto alla mia festa, e quando gli aveva chiesto perché se ne era andato balbettando qualche scusa. Così ero andato al campo perché lui si allenava sempre il Martedì. Non c'era nessuno a quell'ora e lo spogliatoio era silenzioso, ma quando passai vicino alle docce private del personale sentii dei lamenti, incuriosito entrai e avvicinandomi distinsi due diverse voci, Una era solo un singhiozzo, l'altra invece seppur ansimante era familiare, ne ebbi la conferma quando guardano dallo spioncino della porta vidi nella doccia di fronte ,sotto lo scroscio dell'acqua calda, il retro di un corpo nudo e muscoloso. Sulla nuca aveva una "M" tatuata e ...
    riconobbi il tipo come Mattia, L'istruttore di tennis del centro, che si muoveva avanti e indietro, confuso guardai meglio e notai un altro paio di gambe insieme alle sue! Ora era chiaro, l'istruttore si stava facendo qualcuna. Giravano voci nel centro per le quali, Mattia si scopasse ogni allieva che fosse giovane o matura senza difficoltà; tutte sedotte dal suo corpo statuario di trentenne,l'aria da cattivo ragazzo e, sempre come riportavano le voci, dal suo grosso randello. Eccitato dalla situazione, pensai che non c'era meglio di una rapida sega per sfogare l'incazzatura, così tirai fuori il mio cazzo e cominciai a toccarmi come mi piaceva. Il vapore cominciava a rendere difficile la visuale, e in un attimo di stupidità, decisi di provare a aprire un poco la porta per vedere meglio. GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); Ripresi a segarmi furiosamente, e mi accorsi che ora distinguevo molto meglio le voci, L'istruttore mentre pompava ansimando sciorinava improperi anche pesanti:" Ahhh...zoccola! Uh lo senti come entra? Ormai è sfondato, ci entrerebbe un treno...ahh, neanche il lubrificante è servito vacca che non sei altro! Godi, eh? Lo sento da come mi stringi col culo, uh...ah...avanti rispondi! " Se la stava inculando! Intanto l'altra voce continuava a singhiozzare, e Mattia disse:" Ah già non puoi parlare così....hai la bocca tappata! Ahhh il mio lo conosci bene, ma chissà se ti piace anche il sapore della figa di quella puttana! Ora te le tolgo e tu rispondi, chiaro?" Fece ...
«1234»