1. Il sogno... in metropolitana...


    Data: 13/09/2017, Categorie: Autoerotismo, Trio, Saffico, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    IL SOGNOLa metropolitana è vuota.E’ notte.Vagoni deserti….La luce artificiale dei neon illuminava il vagone.Tu sei seduta di fronte a me in un alloggio da 4.Siamo soli.Tu indossi ancora gli occhiali scuri. Ti nascondi allo sguardo del mondo lasciandoti libera di guardare dove ti pare senza essere importunata.Hai un trench marroncino sbottonato…. Hai scarpe con il tacco e gonna bianca e nera. Con una maglietta aderente nera che si intravede appena. E’ scollata e molto aderente.Accavallavi e scavallavi lentamente le gambe davanti a me…. mentre la metropolitana correva veloce…Sono rapito dalla tua avvenenza e dalla tua classe.Sei molto sexy.Anche non volendo attiri le attenzioni degli uomini di cui incroci lo sguardo.E gli occhiali scuri servono per proteggerti. TI danno la possibilità di decidere quando giocare. E con chi. E tutto questo ovviamente se lo vuoi.TI puoi permettere di scegliere. Chi. Come. Dove. Quando.Sei una donna bellissima.I capelli mori sciolti ti coprono in parte il viso.Dimostri non più di quarant’anni…Hai due gambe ben tornite. Affusolate. Le osservo.I miei occhi corrono lungo queste strade del piacere. Sono dolci curve di collina da percorrere in solitaria in una domenica di primavera.Una di quelle domeniche in cui si sente il profumo della natura. Della libertà finalmente acquisita dopo una lunga settimana di lavoro.Stiamo tornando. Probabilmente dal lavoro.Tu sei perfetta come fossi uscita da un salone di bellezza.Mi sorridi dietro gli occhiali ...
    scuri.Sostengo il tuo sguardo. E io sento il cuore che comincia a battere forte.Ho in mano il mio smartphone e fingo di avere qualcosa da guardare. Facendo un movimento maldestro mi cade. Quando mi chino per raccoglierlo tu allunghi una gamba. Porgendomi la scarpa con il tacco.Rimango li. In adorazione. Non mi voglio più alzare.In preda ad eccitazione pura…. Comincio a passare le mie labbra sul collo del tuo piede.Del tuo meraviglioso piede.Le mie labbra umide corrono sulla tua pelle nuda.Prendo tra le mie mani il tuo polpaccio. Delicatamente lo accarezzo mentre ti bacio inginocchiato davanti alla dea del sensualità.Allarghi lentamente le gambe.Intravedo il tuo intimo di pizzo nero.Ti sento sospirare. Mentre la metropolitana corre veloce.Stranamente il veicolo non si ferma. Non c’e’ nessuna fermata.Sembra quasi sia destinato a correre sino a che non abbiamo raggiunto il piacere. Ci sta dando tempo per noi. Quel tempo che nella realtà sembra non arrivare mai.Ti spoglio con gli occhi.Mi fai impazzire.Non riesco a pensare ad altro che a te.Al tuo seno. Al tuo culo. Cosi' sodo. Cosi' desiderabile.Tutto in te è sensuale. Anche la tua voce. Come muovi le mani. Come sorridi. Come ti lasci sfiorare.Dobbiamo trovare il modo di fare l'amore. Non possiamo non farlo.Ne abbiamo il bisogno fisico. Come di respirare.Mi rialzo. TI guardo fissa negli occhi e ci scambiano un bacio infuocato.Mi butti sul sedile. Ti ho davanti e le mie mani finalmente esplorano il tuo culo. Lo adoro. E' sodo. Tutto da ...
«1234»