1. Cara suocera


    Data: 03/10/2017, Categorie: Trio, Incesti, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Cara suocera,mi ero sposato abbastanza giovane a 24 anni e mia moglie ne aveva 19, c’eravamo sposati per amore e andammo ad abitare nell’appartamento sotto i miei suoceri in un villino indipendente, la vita scorreva normale e come al solito in questi casi spesso si mangiava insieme, mia suocera aveva 45 anni ben portati un seno con una 3° perfetta, girava spesso in vestaglia mia moglie una ragazza dolce e piena di vita, ma poco propensa al sesso , il minimo indispensabile, un giorno mi disse che aveva trovato lavoro in un negozio di scarpe e che avrebbe iniziato il lunedì, ci organizzammo la vita in funzione di questi cambiamenti , lei durante le ore di chiusura pomeridiana preparava la cena e io quando rientravo alle 5 iniziavo a cuocere il tutto, mia suocera si era offerta di ripulire casa durante il giorno, tanto diceva lei non ho molto da fare. Cosi quando tornavo la sera ero solo, e mi dilettavo in cucina spesso mia suocera veniva a controllare che non bruciassi nulla, perché queste sono cose da donna diceva lei, inizio cosi a nascere una certa confidenza tra me e mia suocera, un pomeriggio in cui credevo non ci fosse nessuno azzardai a mettere un dvd porno, e non abbassai il volume infatti non mi accorsi che mia suocera era entrata e era rimasta sulla porta della stanza, io ero intento a masturbarmi ma quando mi girai e la vidi, lei si mise a piangere, mi chiese perche guardavo certe schifezze, cosi non rispettavo sua figlia e menate del genere,io rimasi un po’ ...
    dispiaciuto, andai verso mia suocera e la portai in cucina, era l’ambiente più familiare per noi due, gli chiesi scusa spiegando che non credevo fosse in casa, ma che se guardavo certe cose un pò era anche colpa di sua figlia che non voleva fare sesso se non una volta a settimana, lei mi rispose che lo sapeva perche ci sentiva, mi disse che quando facevamo l’amore io e mia moglie lei è sempre sola in casa e spesso è a letto e ci sente, poi mi disse, Perche scusa quante volte lo vorresti fare? Io allibito la guardai e le domandai, perché voi ogni quanto? In fondo erano ancora giovani, lei mi rispose ogni 15 giorni da sempre, cercando di tirare su gli umori dissi allora ora mi spiego perché a tua figlia non va, lei risentita mi disse non siamo mica delle troie come quelle dei film che ti guardi, io la fissai negli occhi e capii che forse non aveva mai avuto un orgasmo vero, ma feci cadere il discorso, ok senti ti prometto che non guarderò più certi film ma solo a patto che questo lo finiamo di guardarlo insieme!, mi fisso stralunata e senza dire una parola andò a casa sua. Io continuai a guardare il film e mi gustai le scene con un uomo di colore che si inculava una ragazza erano incredibilmente realistici, lei minuta e lui un cazzo da asino, lei gemeva di dolore ma si faceva andare dentro e fuori dal culo quel cazzo ogni volta che usciva inquadravano quel culo dilatato che poi si riempiva di nuovo , Immaginai io dietro a mia suocera che sul tavolo della cucina si faceva inculare, ...
«123»