1. Il figlio della prof


    Data: 05/10/2017, Categorie: Dominazione, Etero, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Ciao a Tutti sono T! Voglio raccontarvi la mia storia che oltre a essere reale è anche l'esperienza più eccitante che mi sia mai capitata.Sono un ragazzo normale, di bell'aspetto e che non dispiace alle ragazze. Non il tipo che se ne porta a letto tre per volta ma che comunque ha una buona vita sessuale. La storia è ambientata quando ero al secondo anno di università in cui ero single.Ero andato a ballare nella discoteca della zona, non c'era nessuna festa particolare per cui c'era abbastanza gente ma non troppa da non riuscire a girarsi. Quella sera non guidavo io per cui decisi di farmi una bella ciucca così che quando entrai in discoteca ero già bello brillo.Mi sono messo a ballare per un po' prima di farmi un giro e scoprire che c'era pure Fra. Era un bel po' che non la vedevo, in seconda superiore l'avevano bocciata e aveva cambiato scuola finendo dove insegna mia madre che aveva preso la sua classe in quarta. La guardo bene, è diventata proprio una gran figa, alta almeno un metro e ottanta, culo che canta e una buona terza di seno, ha davvero un fisico perfetto. Di faccia anche è migliorata, la sua faccia da cavallo si è modellata facendola sembrare una gran vogliosa. Poi con la tinta bionda e il vestitino rosa salmone mi arrapa a bestia proprio.Dopo averci fantasticato un po' su mi nota e viene a salutarmi, la cosa mi fa strano perché non ci ho mai avuto troppo a che fare, comunque ben venga!Mi fa capire a segni che voleva scambiare due parole fuori, allora andiamo ...
    fuori a fumarci una sigaretta. Mi cammina davanti e vedo che ha proprio un gran culo, devo fare attenzione a non far notare l'erezione che ho tra le gambe. Arrivati fuori parliamo del più e del meno, mi racconta che ha un fidanzato fantastico, che si amano, ecc. Poi però mi dice che la settimana dopo aveva un compito di economia, la materia di mia madre e che era obbligata a passarlo altrimenti l'avrebbero bocciata di nuovo. Non poteva proprio succedere di nuovo perché aveva già pagato le vacanze e suo padre l'avrebbe chiusa in casa a vita ecc. Mi chiede allora se potevo darle il compito in anticipo, in modo da prendere un bel voto, la cosa non mi sarebbe stata troppo difficile, so dove mia madre tiene i compiti e potevo benissimo fregarlo, fare una fotocopia e darglielo. Però si sa, l'alcool riesce a toglierci tutte le inibizioni (e meno male direi!). Le dico che era un bel rischio, che con mia madre le cose erano tese e non potevo correre il rischio senza niente in cambio.. Mi risponde che capisce benissimo e che era disposta a darmi dei soldi se volevo.Che ingenua! Preso dall'alcool le dico che a me i soldi non servivano ma che una scopata con lei me la sarei fatta volentieri. Si mette a ridere! Pensa che scherzi! Quando vede però che rimango serio mi guarda attonita "Ma sei fuori?? Io sono fidanzata! Non gli faccio mica le corna come una puttana!" Le dico che ha tempo per pensarci, in fondo nessuno lo verrebbe a sapere e lei passerebbe l'anno senza problemi, comunque le ...
«123»