1. Il mio primo tradimento


    Data: 06/10/2017, Categorie: Tradimenti, Autore: Optimum, Fonte: Annunci69

    Premetto che nelle mie storie passate ho sempre dimostrato la massima fiducia, raccontando sempre tutto (o quasi) alla mia compagna ed essere sempre stato fedele nonostante tante tentazioni e situazioni “rischiose”. Dopo questa esperienza non sono stato più lo stesso, anzi, queste situazioni hanno iniziato ad intrigarmi ed eccitarmi come mai prima d’ora. Non lo faccio per cattiveria, ne dispetto, ne per raccontarlo agli amici (anzi, tendo a non volerlo raccontare a nessuno) solo perché vivere quell’esperienza è qualcosa di travolgente. 2 anni fa circa stavo assieme a M (la chiamerò cosi) da 3 mesi. M è una bellissima ragazza, io avevo 24 anni e lei 23, lavoravamo nella stessa palestra. Lei era perennemente sotto assedio da tanti ragazzi della palestra ma era veramente in acciuffabile per chiunque. Non perché se la menasse, anzi, una ragazza umile, seria, intelligente e a modo, ma sicuramente non una “facile”. Dopo quasi 2 mesi di “corteggiamento” e conoscenza si è lasciata andare con me, rivelandosi una gran porcona a letto e una compagna affettuosa e sempre presente. Una ragazza d’altri tempi diciamo. Ci siamo cosi fidanzati e tutto andava molto bene, non mancava niente. Questo finchè, un bel giorno, la mia ex con cui stavo l’anno precedente ha deciso di iscriversi nella mia palestra. Lei (la chiamerò V) l’anno prima mi aveva letteralmente rubato cuore e mente, non sono mai stato cosi innamorato di una ragazza. Quell’amore cosi forte dove faresti qualsiasi cosa e andresti ...
    in capo al mondo per lei. GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); Ma per V non era la stessa cosa. Cosi, quando ho scoperto che di nascosto ogni tanto se la faceva col suo ex l’ho brutalmente mandata affanculo. Non ci siamo più visti ne sentiti per circa 8 mesi. Rivederla è stato scioccante, avevo il cuore a mille, ma non provavo odio, come un coglione sentivo probabilmente di amarla ancora.. Cosi giorno dopo giorno, dopo la reciproca freddezza si iniziava a chiacchierare, poi qualche battuta, poi qualche pacca, poi qualche avvicinamento e qualche carezza sulla schiena. Intanto M, sapendo della nostra storia passata, iniziava ad irritarsi e mi teneva spesso sott’occhio. Intanto, segretamente, io e V ci scambiamo SMS, prima tranquilli, poi con battute, poi talvolta piccanti, ricordando magari episodi passati. Una sera mi chiede se posso portarla a casa perché non possono venire a prenderla. Ai tempi V aveva 20 anni ma non ancora una macchina sua. Cosi l’ho portata a casa con le adeguate attenzioni per non farsi vedere da nessuno. Una magliettina leopardata elasticizzata risalta le sue piccole ma tonde tettine, e non possiamo che scambiarci qualche battuta porca. Ma finisce tutto li, la porto a casa, un bacio sulla guancia e via. Qualche giorno dopo mi chiede se possiamo vederci una sera perché mi deve parlare. Cazzo ci penso un po’ perché so che potrebbe scoppiare un casino, ma alla fine accetto. Cosi qualche sera dopo viene in casa da me. Siamo ognuno al lato opposto del divano ...
«1234»