1. Una guduria immensa 5-Il mio culo per mia moglie-mio fratello ed il cane biondo dal lucido pelo di seta


    Data: 07/10/2017, Categorie: Zoofilia, Autore: Cuck 2012, Fonte: EroticiRacconti

    Prima che tutto mi venisse rivelato da mia moglie e mio fratello,non mi ero mai stupito per l'incredibile somiglianza di mio figlio con quello che credevo fosse suo zio. Già in famiglia vi erano forti differenze somatiche tra mio padre e mia madre ed era del tutto naturale che mio fratello e mio figlio avessero potuto prendere dal ceppo paterno. Sta di fatto che non me ne ero mai preoccupato ed anzi,ero molto contento che somigliasse più a lui che a me. Un giorno mio fratello parlandomi a quattr'occhi mi aveva proposto un interessante lavoro presso l'azienda della quale era un importante dirigente e nel contempo mi aveva suggerito l'idea di trasferirmi con tutta la mia famiglia nella sua città: -Così vi potrò avere più vicini giacché come ti avevo detto alcuni anni fa tu e tutte le tue cose siete di mia esclusiva proprietà!- Aveva aggiunto sorridendo maliziosamente mentre si accarezzava la patta dei pantaloni già gonfia. Mentre gli osservavo con desiderio il pacco,già pregustavo l'idea di trasferirmi vicino a lui ed averlo finalmente tutto per me senza dover aspettare i suoi viaggi che mi pareva non arrivassero mai. -Lo sai fratellino come mi piace inculare le donne?- Mi ha chiesto a bruciapelo mentre lo accarezzavo sognante tra le cosce. -Certo che lo ricordo....ti piace fartele sedere in grembo e guardarle negli occhi mentre loro stesse si impalano e si muovono sopra di te.- Gli ho risposto e lui: -Bravo....e ricordi anche da quanto tempo non ti apro in quella postura?- ...
    -Certo che lo ricordo è stato l'anno scorso al mare quando nella cabina mi hai spalmato con la panna del gelato e dopo avermi fatto godere come solo tu sai fare,mi hai goduto nel culo e ti sei fatto poi ripulire il cazzo sborrato spalmandolo con l'intera coppetta di panna. Come posso dimenticarlo?!- -Ecco fratellino....adesso vai in cucina,ci sono dei bignè....infilatene due dentro e spalmatene uno sul buco del culo che voglio ripetere quel giochino!- Collo sfintere anale lubrificato dalla morbida pasta mi è scivolato dentro in modo dolce e gustoso. Come sempre accadeva,mentre mi montava colla cappella mi mungeva la prostata e dal mio cazzo fuoruscivano filamenti di sperma che lacrimando sul mio gambo e sui testicoli,scivolava ad imperlare il suo scuro pelo pubico. -Mentre sborrava aveva gli occhi chiusi e rantolando come una bestia soffocava tra le labbra sbuffanti....sborroooo.....sborrooooo...Adaaaa.....amore.... sborroooo....- Mentre in ginocchio col buco del culo aperto e grondante di sborra gli ripulivo il cazzo ricoperto di crema,mi risuonavano negli orecchi i suoi gemiti ed il nome pronunciato nel momento in cui sborrava. Adaaa.....Adaaa.......Ada era il nome di mia moglie! Mentre ci ricomponevamo avrei voluto chiedergli ragione di quel nome pronunciato mentre sborrava ma non ne ho avuto il coraggio e quando stava uscendo per tornare a casa sua gli ho solo detto che ero d'accordo e che avrei accettato la proposta di lavoro e ci saremmo anche trasferiti. A sera mia moglie ...
«1234»