1. UNA MERAVIGLIOSA FESTICCIOLA


    Data: 08/10/2017, Categorie: Orge, Autore: RedTales, Fonte: Annunci69

    L'invito era di quelli che andavano afferrati al volo. Un suo vecchio amico e compagno di tanti “incontri” gli aveva proposto un festicciola speciale a casa sua. Effettivamente, dopo aver accettato, ci aveva pensato un po' su, ma almeno in quell'occasione era proprio nella condizione giusta di poter dire di si, sicuro di “portare” quanto richiesto. Poi, quello che sarebbe successo, lo avrebbe deciso sul momento. L'importante era esserci. Il messaggino era chiarissimo: “passo a prenderti alle 13. Ci troviamo davanti al bar Ariston” e non poteva non andarci. Si premurò di trovare una scusa e chiese un permesso dicendo che probabilmente sarebbe riuscito a tornare. Poco dopo l'una Sandro si fermò davanti al luogo dell'incontro e gli fece cenno di salire nella macchina. Un frettoloso saluto e gli fornì subito le motivazioni di quell'inaspettato incontro. “Questa sera voglio vederti vestito da donna. Devi sembrare proprio femmina.” “Da donna, mi vuoi vedere vestito da donna?” “Si. E devi essere perfetto. Hai capito?” Bello, pensò, un nuovo gioco. GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); Non lo abbiamo mai fatto. Poi mi tratterà da troia. E solo quel pensiero gli fece piacere. Lo guardò e fece un cenno di assenso. “Mi vuoi donna tutta per te...” Questa volta fu l'altro a fissarlo, ma non fece di si con la testa. “Per me e...” “E...” “Mi ha chiamato un vecchio amico per invitarmi questa sera ad una festa. Una festa per coppie. Coppie di uomini dove uno è il maschio e l'altro è la ...
    donna. E la donna deve essere rigorosamente donna: vestiti, trucco, parrucca tutto insomma. Un vero travestito. Sarà sicuramente una bella festa.” “Vuoi che mi vesta da donna per loro?” Lo fissò con sguardo severo: “ ti vesti da donna!” “Ma non lo ho mai fatto...” “E adesso lo fai!” “Ma chi sono loro? Dove dobbiamo andare? Ma dovrò fare sesso con altri?” “Ma che diavolo ne so! E anche se lo sapessi non te lo direi. Si fa così e basta! Come se fosse la prima volta che ti faccio dar via il culo (vedi racconto IL CULETTO SOTTOMESSO E' PER TUTTI). Ma che cazzo! Adesso sei qui a rompere le palle e poi appena lo prendi cominci a godere come una troia...” Il ragazzo si sentì ancora più eccitato solo a sentire quella decisa richiesta e il tono con cui era espressa ma cercò di trattenersi. Non voleva proprio fargli capire che la situazione solo ipotizzata glielo stava già facendo diventare duro. Quasi si confuse e si zittì ripensando a quell'altra volta in riva al fiume dove in diversi gli avevano fatto la testa. Ma ritornò immediatamente li con la testa e accennò una piccola protesta: “Ma non posso non ho niente da mettermi. Dovrei trovare i vestiti...” “E' per questo che ti ho fatto venire qui. Adesso andiamo insieme a fare compere. Ti ricordi di Giuliano?” “Giuliano?” “Si, lo hai conosciuto a casa di Simone qualche mese fa Non importa. Ha un negozio di vestiti, anche ben fornito e credo che abbia anche l'intimo. Adesso andiamo da lui e prendiamo quello che ti serve.” Non lo lasciò ...
«1234...7»