1. Una porca, un'inaspettata rivelazione


    Data: 08/10/2017, Categorie: Tradimenti, Autore: Mastermind, Fonte: EroticiRacconti

    Diversi, troppi anni fa. La mia piccola azienda stava crescendo davvero bene. Credo sia stato un mix di fortuna, voglia e abilità. Fortuna per aver aperto in un periodo di grande sviluppo del settore informatico ed elettronico, voglia perché non ricordo le notti ed i sabati in ufficio nei primi dieci/dodici anni, abilità per aver creato un team affiatato e fedele che sapesse accontentare le giuste pretese del mercato. In questo team si posiziona anche ora come figura determinante Barbara. Oggi è la nostra responsabile acquisti, al tempo fu assunta come prima Customer Service. Volevamo una ragazza, con una voce bella e professionale, sveglia per potenziare il servizio di informazioni commerciali interno. Di solito per figure importanti ci affidiamo ad una società specializzata in selezione del personale. Quella mattina ne parlai invece casualmente con la proprietaria dello stabile nel quale alloggiavamo al tempo. Mi disse che la figlia della sua migliore amica aveva perso il lavoro per l’improvviso fallimento dell'azienda per cui lavorava e che cercava lavoro, che era molto in gamba e ridendo aggiunse che era anche attraente, dote quest’ultima che davvero non consideravo come prioritaria. Visto il feeling che avevo con questa signora sessantenne le diedi credito e convocai la ragazza per il giorno dopo. Fu il colloquio più gradevole e positivo della mia vita aziendale. Barbara, 25 anni, capelli castano chiari lisci, occhi marroni penetranti, un corpo da favola con una terza di ...
    seno che metteva a rischio le teorie gravitazionali. Ottima parlantina e predisposizione al PC, buona conoscenza della lingua inglese e una serietà di fondo che mi colpì. La sua esposizione termino’ con “Se mi permette voglio illustrarle un attimo la mia situazione personale visto che andate ad assumere una donna ed è giusto lei sappia i miei programmi futuri. Sono fidanzata e tra due/tre anni mi sposerò. Avendo già comprato casa il lavoro davvero mi serve anche per compensare il mutuo acceso. Poi nel giro di altri due/tre anni, mi piacerebbe avere un figlio, ma di sicuro ci fermeremo ad uno in quanto di più sarebbero poi difficili da mantenere” Per fortuna piacque anche al mio socio e due giorni dopo iniziò a lavorare con noi. Capii da subito che con me lavorava bene e con entusiasmo, non tanto per le “confessioni” della nostra comune conoscente, ma dalla sua reattività, dal piacere che le leggevo in volto. Dopo qualche mese incominciò a manifestare dei cambiamenti. Fino allora si era sempre posta in modo elegante, ma non provocante, mentre da dicembre la tendenza era verso un approccio molto più sexy e avevo notato che la cosa si evidenziava soprattutto nei giorni in cui, da agenda, erano previste le riunioni tra me e lei. Nei mesi successivi il suo atteggiamento pur rimanendo molto professionale, diventò sempre più civettuolo. Una mattina di febbraio di ritorno da un weekend in montagna nero come il carbone per il sole preso a sciare, mi raggiunse sorridente alla macchina ...
«1234»