1. Finalmente la Gita


    Data: 10/10/2017, Categorie: Trio, Saffico, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Il viaggio – “Sarà stata la birra?"-Mamma, dove sono le mie ballerine? Mamma!...siamo tardi! Vedrai se anche quest’anno non arriviamo in ritardo e devono aspettarmi!--Arrivo arrivo! E poi le tue ballerine non ci sono perche le hai lasciate da Eva domenica scorsa! Porta l’altro paio, sarai perfetta comunque!--Ma quali, quelle nere?-Marina si stava preparando per la gita, era in quinta liceo e, finalmente, lei e i suoi compagni sarebbero potuti rimanere fuori più degli anni precedenti: una settimana a Monaco. La meta non era stata accolta con grande entusiasmo ma, visto che erano in pochi, era l’unica che permettesse di rimanere entro il tetto massimo di spesa imposto dal consiglio di classe. Barcellona e Londra erano senza dubbio più stimolanti, ma alcuni genitori si erano lamentati e piuttosto di rinunciare, Monaco sarebbe andata benissimo. Come suo solito Marina aveva lasciato la valigia da concludere la mattina della partenza. Era in ritardo e stava cercando di dare la colpa alla madre.-Visto che siamo in perfetto orario?- disse la madre soddisfatta mentre parcheggiava la macchina -Guarda, Eva e Chiara che ti salutano. Vai allora, e mi raccomando, non fare stupidaggini, ci sentiamo stasera quando sarai arrivata--Ok, ciao! A Domenica!- Marina salutò la madre e corse dalle sue migliori amiche con la valigia azzurra al seguito. Eva e Marina si conoscevano dalle medie: il primo giorno si erano sedute in banco assieme e da allora la loro amicizia era diventata sempre più forte. ...
    Erano anche simili d’aspetto, un metro e settanta cinque, capelli rossi portati sotto le spalle Marina, caschetto liscio e castano Eva. Chiara era un po’ più bassa, capelli lunghi, scuri. Era diventata amica delle due al liceo.-Ciao Mari! Siamo puntuali stavolta!- la prese subito in giro Eva -e scommetto che non ti ricordavi dove fossero queste!- continuò agitando un sacchetto bianco.-Grande Eva! Ormai mi ero rassegnata a portare quelle nere della mamma- prese il sacchetto con dentro le scarpe e cercò di inserirlo in valigia senza schiacciare troppo il resto.-Dai ragazze, saliamo in corriera che ho un sacco di novità da raccontarvi- disse Chiara prendendo per mano le compagne e tirandole verso la corriera.Guadagnati i posti con il tavolino Chiara esordì a bassa voce -Sapete che Lucia è malata? Si è beccata l’influenza, se va tutto bene riesco a scoparmi Francesco, non vedevo l’ora--Ma sei scema? Non vedi che c’è il prof la dietro- la apostrofò Marina.-Figurati, quello li non sente nulla, non vedi che cerca di capire se ci siamo tutti...beh? Non dite niente?--Secondo me non ci riesci- intervenne Eva.-Non ci riesco a fare cosa?--A portarti a letto Francesco, lo sanno tutti che è innamorato pazzo di Lucia--Si, di quella li che non gliela dà neanche a morire. E dire che è il più figo del liceo--Non esagerare- dissero Marina e Eva insieme-lo sai che a noi non piace--Si si, dite così, e invece sotto sotto…- Eva e Marina avevano gusti diversi da Chiara in fatto di ragazzi. Ed erano ...
«1234»